Rimini, chiuse case a 'luci rosse'. Denunciati i proprietari

Rimini, chiuse case a 'luci rosse'. Denunciati i proprietari

Rimini, chiuse case a 'luci rosse'. Denunciati i proprietari

RIMINI - Davano in affitto degli immobili a delle prostitute tramite una maitresse colombiana, poi arrestata per sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione dell'ingresso di clandestini in Italia. Dodici affittuari sono stati denunciati a piede libero dai Carabinieri di Marotta con l'accusa di sfruttamento. Gli incontri, secondo quanto appurato dagli uomini dell'Arma, avvenivano in alloggi di Fano, nella zona tra Metaurilia e Torrette, ma anche a Jesi e a Rimini.

 

Secondo gli investigatori, la colombiana, G.E .B., le sue iniziali, 53 anni, prostituta residente a Fano, gestiva una decina di connazionali, alcune senza un regolare permesso di soggiorno, che si vendevano non solo operai, ma anche a impiegati, commercianti e professionisti, per 70 euro a prestazione. Negli appartamenti gli uomini dell'Arma hanno sequestrato anche agende e numeri di telefono dei clienti.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -