Rimini, "Cinema e psicoanalisi" al Cinema Tiberio

Rimini, "Cinema e psicoanalisi" al Cinema Tiberio

RIMINI - Il Cinema Teatro Tiberio di Rimini (via San Giuliano, 16) ospita dal 6 al 19 aprile la V edizione della rassegna Cinema e Psicoanalisi. Psicodramma analitico a cura di Maurizio Cottone, promossa dall' "Associazione ITACA di Rimini per la Formazione e l'Applicazione della Psicoanalisi" in collaborazione con la "Società Italiana di Psicodramma Analitico" (SIPsA). Tre appuntamenti dedicati al Cinema Italiano d'Autore uniti dal "filo rosso" dell'invisibilità: cinema "invisibile" (in quanto oggetto di scarse attenzioni da parte dei normali circuiti distributivi cinematografici) che parla di bambini invisibili, non visti, che non vedono o vedono troppo e, alle soglie della pubertà, reagiscono in vario modo alle sofferenze del crescere. Ogni proiezione della rassegna, con un sottotitolo che richiama a Sergio Leone, folgorante nella sua scanzonata stereotipia, sarà conclusa da un dibattito tra l'esperto relatore e il pubblico.


Il primo film in programma ("Il Buono") è Rosso come il cielo di Cristiano Bortone (mercoledì 6 aprile) introdotto da Massimo Eusebio, docente Università di Urbino e Consulente Filosofico. Il film, interpretato da Luca Capriotti, Paolo Sassanelli e Marco Cocci, rievoca la bella storia di Mirco Mencacci, reso cieco in tenera età da un accidentale colpo di fucile, in grado di superare il suo handicap e diventare uno dei montatori sonori più richiesti del cinema italiano.


Martedì 12 aprile è in cartellone La pecora nera di Ascanio Celestini ("Il Brutto"), introdotto da Claudio Fabbrici, docente Università di Bologna e psicoanalista. Interpretato dallo stesso Celestini, assieme a Giorgio Tirabassi e Maya Sansa, il film, ricavato dall'omonimo spettacolo teatrale e dal libro del regista-attore, si occupa della malattia mentale con uno stile narrativo originale e coraggioso. Infine martedì 19 aprile c'è L'estate di mio fratello ("Il Cattivo") di Pietro Reggiani, con la presenza della psicoterapeuta Sonia Saponi: interpretato da Davide Veronese, Tommaso Ferro e Maria Paiato, il film dedica le sue attenzioni al giovanissimo Sergio, la cui "idilliaca" esistenza viene sconvolta dalla notizia dell'arrivo imminente di un fratellino che lo trasporta in un fantasioso universo segnato da una immaginaria crudeltà.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


Le proiezioni hanno inizio alle ore 21. Biglietto unico 5 euro.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -