Rimini: “Cinema sotto le stelle”, l’edizione la più seguita degli ultimi 15 anni

Rimini: “Cinema sotto le stelle”, l’edizione la più seguita degli ultimi 15 anni

RIMINI - Nel segno dell'ironia un po' macabra di Funeral Party, domenica 10 agosto si è concluso "Cinema sotto le stelle", il tradizionale appuntamento estivo con il cinema di qualità promosso dalla Cineteca del Comune di Rimini in collaborazione con la Fondazione Fellini e i cineclub locali.

Un evento ormai cardinale della programmazione culturale cittadina. Un'edizione, quella del 2008, davvero fortunata e la più seguita degli ultimi quindici anni, a conferma di un affetto e di un interesse del pubblico riminese di anno in anno sempre maggiori. Per la prima volta, da quando la rassegna, all'inizio degli anni novanta, ha lasciato la corte della Rocca malatestiana per quella degli Agostiniani, la media dei biglietti strappati ha superato la soglia dei 400 a serata. 31 le proiezioni in programma, poco meno di 12.500 gli spettatori, oltre 58.800 euro l'incasso, a fronte di una spesa complessiva di meno di 50.000: questi i dati di cornice.

Ha trionfato, come sempre, il cinema italiano, con il successo straordinario, anche se in parte prevedibile, di Gomorra con più di 700 biglietti staccati, ma oltre i 500 sono andati tutti gli altri titoli nazionali in cartellone: da Non pensarci a Tutta la vita davanti, da Caos calmo a La ragazza del lago. Molto bene anche le 5 prime visioni, con un'affluenza molto alta, superiore alla media degli altri film: un segnale, questo, oltre che di fedeltà, anche di fiducia nelle proposte in rassegna.

 

Meno affollate, ma ugualmente apprezzate, le proiezioni dei film più d'autore e sulla carta di minor richiamo: da Lo scafandro e la farfalla a Il petroliere, da La banda a Ai confini del Paradiso, con una media intorno ai 290. E ovviamente, accanto ai titoli indovinati, anche qualche delusione. Due su tutte: Lussuria, il melodramma orientale che ha vinto Venezia, e La promessa dell'assassino, rispettivamente con 169 e 220 spettatori, sono stati i film meno visti.

Per nulla trascurato, anzi particolarmente atteso e apprezzato, il fuori programma sperimentale curato in collaborazione con Assalti al cuore per la Notte rosa: la perfomance multimediale di Vadislav Delay sulle immagini di Ho affittato un killer.

 

E da ottobre, in attesa dell'edizione prossima, l'appuntamento con il cinema di qualità cambia luogo ma non promotore: la Cineteca, sempre in collaborazione con la Fondazione Fellini, allestirà, per il terzo anno, la nuova stagione di "Rimini al cinema", il ricco cartellone di prime visioni, rassegne e retrospettive, che sarà ospitato nella sala di via Gambalunga 27 fino a maggio 2009.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -