RIMINI - Clonava carte di credito, arrestato pregiudicato barese

RIMINI - Clonava carte di credito, arrestato pregiudicato barese

RIMINI - Clonava carte di credito con l’utilizzo di due skinner nella sua casa di Miramare. A scoprirlo gli agenti della Squadra Mobile di Rimini che hanno arrestato, al termine di una perquisizione effettuata martedì sera su disposizione dell’autorità giudiziaria di Gorizia, un noto pregiudicato 47enne di Bari per ricettazione, sostituzione di persona e contraffazione di pubblici sigilli. Sequestrate 28 tesserine magnetiche e 430 assegni circolari per un valore di 450mila euro.

Le prime denunce, presentate da malcapitati, sono state raccolte presso il commissariato di Monfalcone (Gorizia), dove sono scattate le indagini, successivamente concentrate su Rimini. Gli agenti della Squadra Mobile di Rimini, coordinati da Sabato Riccio, sono riusciti ad individuare il covo dove il 47enne clonava le carte di credito. A tradirlo è stato l’utilizzo delle tessere magnetiche con le quali si era pagato diversi sfizi. Inoltre il pregiudicato ne aveva approfittato anche per andare dal dentista, spendendo oltre 8mila euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nella sua abitazione le forze dell’ordine hanno sequestrato due skinner, apparecchi utilizzati per la clonazione di carte, 28 tesserine magnetiche, 430 assegni circolari per un valore di 450mila euro e un documento falso con cui l'uomo utilizzava le carte. Le indagini, tuttavia, non sono ancora concluse. Infatti si sta lavorando per stabilire la provenienza degli assegni e l'esistenza di eventuali complici.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -