Rimini, col credito agevolato l'impresa artigiana è più donna

Rimini, col credito agevolato l'impresa artigiana è più donna

RIMINI - "Più credito all'imprenditoria femminile". E' questo il titolo dell'incontro promosso da CNA Impresa Donna (che in regione associa oltre 26.000 imprenditrici di cui 2114 a Rimini) e Artigiancassa che si è svolto oggi alle ore 11 presso la Camera di Commercio. Al centro dell'incontro un innovativo accordo quadro sottoscritto tra CNA Impresa Donna e Artigiancassa, relativo alla erogazione di forme di credito agevolato per l'imprenditoria femminile.

 

Nonostante la crisi, l'imprenditoria femminile ha registrato interessanti segnali di vitalità. E' di vitale importanza, dunque, sostenerla, soprattutto in quei fattori che rendono assai più complesso, per una donna, fare impresa. Con questo intento è stato stipulato l'accordo quadro sottoscritto da Cna Impresa Donna con Artigiancassa, che prevede forme di credito agevolato, a breve e medio-lungo termine, a sostegno dell'imprenditoria femminile. Il credito, per CNA, è un tema decisivo per affiancare le imprese in questa fase di difficoltà economica e, in questo l'associazione sta dirigendo il proprio sforzo di diversificazione delle offerte alle imprese.

 

Elevato l'interesse delle imprenditrici, in questi primi mesi di prova, verso questa iniziativa in altre città d'Italia. Numerose le richieste di informazioni, ed anche l'avvio di pratiche di finanziamento, in particolare a supporto di nuovi investimenti messi in cantiere dalle imprese. Infatti, la convezione CNA Impresa Donna - Artigiancassa, aperta a più settori produttivi (artigianato, commercio e industria), in assenza di leggi di incentivazione specifiche nazionali e regionali per l'imprenditorialità femminile, prevede linee di finanziamento tese, da una parte a favorire lo sviluppo dei progetti delle imprenditrici; dall'altro a supportarle in quello sforzo di conciliazione tra famiglia e lavoro che costituisce uno dei carichi più rilevanti per le donne che svolgono attività d'impresa.

 

Le linee di finanziamento della riconfermata convenzione CNA Impresa Donna-Artigiancassa, sono quattro: "Gestione gravidanza", durante il periodo di maternità della titolare; "Maternità", per il periodo successivo al parto e fino ai 7 anni del bambino; "Malattia grave", per sostenere l'impresa in caso di grave malattia della titolare, del coniuge, o dei figli; "Imprenditoria femminile", finalizzato a sostenere le donne che intendono effettuare investimenti per lo sviluppo dell'impresa. Le condizioni economiche sono molto interessanti, con tassi di finanziamento competitivi rispetto alle condizioni di mercato. "Imprenditoria femminile" e "Maternità" due sono finanziamenti a medio- lungo termine e prevedono rispettivamente, il primo, un prestito a tasso fisso o variabile il cui importo massimo erogabile va da 10 mila ad 1 milione di euro, il secondo, prevede un importo che parte da 5 mila euro ed arriva fino ad 80 mila euro. Gestione gravidanza e Malattia grave sono finanziamenti a breve termine con tasso variabile ed importo erogabile da 5 mila a 30 mila euro.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -