Rimini, concluso il convegno 'Se ti muovi è tutta un'altra musica'

Rimini, concluso il convegno 'Se ti muovi è tutta un'altra musica'

RIMINI - "Come vedo il futuro? In Movimento!". Con queste parole l'Assessore Donatella Turci ha chiuso il suo intervento al convegno ‘Se ti muovi è tutta un'altra musica' che si è svolto ieri, lunedì 4 aprile, presso il centro congressi SGR di Rimini e che ha posto le basi per una reale e concreta collaborazione tra Istituzioni, medici e sportivi, per incentivare non solo l'attività fisica ma anche uno stile di vita dinamico e salutare.

 

Il convegno, organizzato dall'Assessorato alle Politiche sportive del Comune di Rimini, ha visto la partecipazione di un vasto pubblico che ha dimostrato interesse verso gli argomenti trattati, prendendo parte attivamente al dibattito scaturito dagli interventi del Dott. Maurizio Grossi, Presidente dell'Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri della Provincia di Rimini; del Dott. Fernando Santucci, Direttore Sanitario Poliambulatorio Valturio; di Antonio Pasolini, A.S.D. Pallamano Rimini '72 e di Massimo Mezzetti, Assessore alla Cultura e Sport della Regione Emilia Romagna.

 

Ad aprire i lavori è stata proprio l'Assessore Donatella Turci, il cui intervento era intitolato: ‘10 anni di promozione dello sport': "Un titolo decisamente impegnativo, che mi spinge ad una riflessione sul mio operato, ad un bilancio delle innumerevoli attività svolte.  Non provengo dal mondo sportivo e, 10 anni fa, da neo assessore allo sport, mi sono affacciata a questo ambiente con la voglia di imparare e con la consapevolezza che dall'ascolto potesse nascere la spinta propulsiva della mia politica. Sono stati anni di intenso lavoro, stimolanti, formativi e soprattutto emotivamente coinvolgenti. La promozione dello sport è sempre stato un tema cardine della mia azione politica e, unitamente al sostegno alle società sportive, rappresenta un binomio che ritengo imprescindibile per un Assessore allo sport. Lo sport ha uno straordinario potere comunicativo ed ho cercato di far leva su questa sua peculiarità. Ecco perché ho proposto la nostra città come sede di importanti eventi sportivi, non sempre ci sono riuscita, ma non si possono dimenticare straordinari momenti di sport: il passaggio delle Fiamma Olimpica, i mondiali di Duathlon, l'Artistic Roller Tour, i grandi tornei di tennis, la Coppa Italia di Pallavolo, il Campionato Italiano di Beach Volley (solo per citarne alcuni). Ma la promozione non può prescindere dai veri attori del mondo sportivo: società, associazioni ed enti. Rimini ha un patrimonio inestimabile di donne e uomini che quotidianamente seguono con passione, competenza ed entusiasmo migliaia di atleti. Questo patrimonio non va disperso ma sostenuto perché la professionalità e la qualità si raggiungono solo con le disponibilità economiche: aiutare lo sport, sostenendolo economicamente, significa fare promozione dello sport. Creando sinergie e collaborazioni durature con il mondo sportivo si ha la possibilità di organizzare progetti di avviamento allo sport, oppure corsi gratuiti per la terza età, offrendo ai cittadini la possibilità concreta di praticare sport ed ottenendo un duplice risultato: mostrare alla città quanta varietà esista, magari a due passi da casa, e promuovere l'attività delle società sportive.

"Se ti muovi è tutta un'altra musica" diventa quindi il catalizzatore degli sforzi sin qui messi in campo dall'Assessorato alle Politiche sportive per la diffusione dello sport e di uno stile di vita sano, rappresentando, di fatto, il denominatore comune delle future edizioni dei progetti realizzati in questi anni. Colgo l'occasione per ringraziare i miei collaboratori e il personale dell'Ufficio sport, quanti hanno sostenuto i nostri progetti e le società sportive, il collante tra le famiglie e la società civile, e chiudo con l'invito a vivere sportivamente la nostra città".

 

Un richiamo all'esigenza di far diventare obiettivo collettivo il raggiungimento di uno stile di vita sano, è arrivato anche dal Dott. Grossi: "L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha definito le malattie cronico-degenerative l'epidemia del terzo millennio; epidemia che può essere limitata con uno stile di vita che eviti il fumo, comprenda un'alimentazione corretta ed il movimento. La sedentarietà inoltre è il quarto fattore di rischio di mortalità per malattie cardio vascolari. Per questo è fondamentale l'opera dei medici di base e dei pediatri per l'informazione e la promozione dell'attività fisica".

 

"Oggi, salvo patologie o incidenti, è pressoché nella norma arrivare ai 75 anni di vita e il decennio successivo, se vissuto in salute, può essere stupendo - ha affermato il Dott. Santucci - per questo è importante aiutare il nostro fisico, e in particolare il cuore, a rimanere allenati e in movimento".

 

"Siamo tutti d'accordo sul fatto che è importante fare sport - ha aggiunto Pasolini - ma è altrettanto importante farlo bene e non solo dal punto di vista tecnico. Lo sport infatti è una vera palestra di vita, richiede costanza, impegno ma soprattutto rispetto per gli altri e per le regole e la capacità di collaborare."

 

Il compito di chiudere il convegno è toccato all'Assessore regionale Mezzetti che ha illustrato quanto la Regione Emilia-Romagna si stia adoperando affinché si integrino tra loro le azioni degli Assessorati allo Sport, alla Salute e alla Sanità. Partendo dai dati di una ricerca, effettuata proprio dal suo Assessorato per monitorare la diffusione e le modalità di attività motoria e sportiva in regione, che ha rilevato che nel 2010 il 35,6% degli intervistati si dichiarava sedentario contro il 64,4% di coloro che svolgono regolarmente attività fisica, l'assessore Mezzetti ha posto poi l'attenzione sul fatto che il 69% di quanti si dichiarano cittadini attivi, svolgono attività sportiva o motoria non all'interno di associazioni o strutture sportive, ma preferiscono attività in gruppi informali e all'aperto. Modalità di fruizione del territorio e della città che devono far riflettere gli amministratori in sede di progettazione della città.

 

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -