RIMINI - Concorsi truccati, due dirigenti Ausl ai domiciliari

RIMINI - Concorsi truccati, due dirigenti Ausl ai domiciliari

RICCIONE – Dovranno rispondere dell’accusa di concorso in rivelazione ed utilizzazione di segreti di ufficio. I Carabinieri di Rimini hanno eseguito due ordinanze di custodia cautelare ai domiciliari nei confronti di Angelo Rossi, 50 anni, già Direttore dell’Unità Operativa “Igiene, alimenti e nutrizione” della Ausl di Rimini, allo stato funzionario Ausl, e Maura Lombardi, 45 anni, coordinatrice dell’Unità Operativa “Igiene, alimenti e nutrizione” della Ausl di Rimini.


Le misure restrittive sono state emesse dal gip di Rimini, Lorena Mussoni, su richiesta del pubblico ministero della Procura di Rimini Francesca Zavaglia. La vicenda trae origine da un intervento effettuato dai militari del Reparto Operativo di Rimini il 23 luglio 2007, presso il Palaterme di Riccione, ove si stava svolgendo un concorso pubblico indetto congiuntamente dalle Ausl di Forlì, Rimini e Cesena, per “3 posti di collaboratore professionale sanitario – personale vigilanza e ispezione – tecnico della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro – cat. D”.


Nella circostanza i militari avevano di fatto riscontrato irregolarità durante le prove concorsuali e, nel dettaglio, avevano rinvenuto, in possesso di due concorrenti, appunti con i titoli delle prove d’esame e con tracce di elaborati già predisposte. L’attività condotta dai carabinieri ha poi comportato l’annullamento della prova concorsuale ed il sequestro di tutti gli atti inerenti il concorso, nonché il deferimento degli odierni indagati alla Procura della Repubblica di Rimini, per i reati loro ascritti, nelle rispettive qualità di Presidente e Membro della commissione d’esame. I due indagati sono stati sottoposti agli arresti domiciliari presso le rispettive abitazioni, così come disposto dall’Autorità Giudiziaria mandante.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -