Rimini: condotta antisindacale, condannati LeClerc e direttore Pacqueau

Rimini: condotta antisindacale, condannati LeClerc e direttore Pacqueau

Rimini: condotta antisindacale, condannati LeClerc e direttore Pacqueau

RIMINI - Ha avuto una condotta antisindacale, violando l'articolo 28 dello statuto dei lavoratori. Il giudice del Lavoro di Rimini, Eugenio Cetro, con un decreto di repressione, ha appurato il comportamento scorretto della società "LeClerc" e del suo direttore, Didier Pacqueau, nei confronti di alcuni dipendenti in seguito allo sciopero del 21 marzo scorso. L'inchiesta era scattata dopo la denuncia presentata ai danni di Pacqueau da una rappresentante sindacale.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Secondo la donna il dirigente avrebbe messo in atto una serie di pressioni con lo scopo di evitare che i dipendenti aderissero allo sciopero del 25 aprile. Il giudice nella sentenza ha ordinato che le relazioni sindacali interne siano mantenute da un'altra persona e il decreto che venga affisso nella bacheca aziendale.

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di Davide Caminati
    Davide Caminati

    Anche Alla Amadori ci sono forti pressioni sui lavoratori. Voglio un giudice che condanni la direzione perche' premia i caporali che fanno lavorare le donne con ritmi disumani. PER ARRICCHIRE FRANCESCO AMADORI e i suoi TIRAPIEDI.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -