Rimini, Congresso Cgil. Epifani: ''Ripartire dal lavoro''

Rimini, Congresso Cgil. Epifani: ''Ripartire dal lavoro''

Rimini, Congresso Cgil. Epifani: ''Ripartire dal lavoro''

Mettere a fuoco una proposta utile per il Paese, ripartire dal lavoro e dalla occupazione". E' questo l'obiettivo indicato da Guglielmo Epifani per il congresso nazionale che si terra' a Rimini dal 5 all'8 maggio. Presentando il programma e i contenuti a Corso d'Italia, il segretario generale della Cgil esprime la preoccupazione per una "ripresa senza occupazione. Il punto fondamentale- avverte- riguarda il lavoro e la diminuzione delle tutele- afferma Epifani - e' una scelta priva di senso anche

Morale".

 

Parleremo di mezzogiorno, scuola, sanita', riforme, del grande tema dei migranti" perche' oltre ai temi interni "abbiamo l'ambizione di parlare al Paese e ci sforzeremo di indicare alcuni punti su cui le scelte del Paese, del governo e delle imprese si orientino nei prossimi mesi". Da Rimini, quindi, uscira' una proposta di "progetto per il Paese" immerso nella realta' della crisi.

 

Epifani, presentando il congresso che vedra' la partecipazione per il governo di Gianni Letta e Maurizio Sacconi, osserva che il percorso e' stato "molto partecipato e molto duro". L'ultimo giorno dell'assise, l'8 maggio, il direttivo rinnovato eleggera' il segretario: "Tutto porta a immaginare- osserva Epifani- la mia riconferma fino alla scadenza del mandato". Per la pria volta poi ci sara' un presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia.

 

Sui contenuti del dibattito interno della Cgil, il segretario ribadisce che per il sindacato "il nodo di fondo, il cuore e' la contrattazione". Al congresso verra' poi affrontato anche il nodo della riforma contrattuale, ossia "come riprendere un percorso su un modello condiviso dopo la rottura grave dello scorso anno". E della tutela dei diritti. Sulla revisione dello Statuto dei lavoratori, Epifani osserva: "Per noi resta l'ispirazione della Costituzione che, come poi lo Statuto dice che bisogna sostenere la condizione del lavoratore perche' non e' uguale a quella del datore di lavoro, Sacconi dice che sono alla pari, noi no. E la stessa cose vale per l'arbitrato".  Infine a Rimini "ci sara' un approfondimento sul bilancio sociale della Cgil e in particolare sui rapporti di genere". (Dire)

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -