Rimini, controlli di Ferragosto dei Carabinieri: 8 arresti e 11 denunce

Rimini, controlli di Ferragosto dei Carabinieri: 8 arresti e 11 denunce

Rimini, controlli di Ferragosto dei Carabinieri: 8 arresti e 11 denunce

RIMINI - Otto arresti ed undici denunce. E' questo il bilancio dei controlli di Ferragosto svolti dai Carabinieri del comando Provinciale di Rimini. Tre delle persone finite in manette dovranno rispondere dell'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. A Rimini, all'altezza del bagno 98, i militari del Nucleo Investigativo, in collaborazione con i colleghi della Polizia Municipale, hanno fermato un giovane marocchino di 27 anni, A.N. le sue iniziali.

 

Il giovane è stato sorpreso mentre cedeva in spiaggia droga ad un altro extracomunitario. La successiva perquisizione ha permesso di trovare e sequestrare 12,5 grammi di hashish e 180 euro in contanti. Gli altri sei arresti per droga sono stati effettuati a Riccione. Le manette sono scattate in discoteca per due conoscenti delle forze dell'ordine, il salerniatno V.L.P. di 33 anni ed il piemontese V.Z., di 29. I due sono stati notati mentre avvicinavano altri giovani, ai quali venivano mostrati degli involucri che poi riponevano nelle tasche dei pantaloni.

 

Il primo aveva con se 106 pasticche di ecstasy e 7,5 grammi di cocaina, suddivisi in 12 dosi; mentre il secondo 50 pasticche di ecstasy. Il 33enne è stato inoltre denunciato per false attestazione sull'identità personale poiché ha esibito una carta d'identità con generalità false. Inoltre i successivi accertamenti hanno permesso di appurare che doveva rispondere di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere firmata dal gip del Tribunale di Nocera Inferiore il 16 giugno 2006 sempre per detenzione ai fini di spaccio di droga.

 

Sempre a Riccione, i militari hanno sottoposto a fermo di polizia giudiziaria tre persone già note alle forze dell'ordine con l'accusa di ricettazione, falsità di scrittura privata e porto di arnesi atti allo scasso. Si tratta del 33enne napoletano C.D.A., del 21enne milanese M.P., e di un altro napoletano, il 24enne C.A.. I tre sono stati notati a bordo di un furgone Volkswagen al quale erano state applicate le targhe di un altro veicolo. I successivi accertamentni hanno consentito di stabilire ce il mezzo era stato rubato a Novedreate, in provincia il Como, il primo giugno scorso.

 

All'interno sono state trovate due cisterne contenenti 2mila litri di gasolio, numerosi attrezzi da scasso e l'occorrente per prelevare il carburante dai serbatoi dei veicoli. A Rimini i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno arrestato un senegalese di 32 anni, poiché inottemperante ad un decreto di espulsione firmato il 27 marzo scorso.

 

Delle undici denunce, dieci riguardano automobilisti in stato d'ebbrezza. Il tasso alcolemico più elevato è stato riscontrato ad una riminese di 48 anni, risultata positiva al test dell'etilometro con 2,09 grammi per litro alla prima prova e ben 2,18 alla seconda, vale a dire oltre quattro volte il limite fissato dal codice della strada in 0,50.

 

L'ultima denuncia riguarda un romeno di 30 anni, fermato nel corso di un controllo in un residence con un pc portatile rubato. Il legittimo proprietario ha espresso viva gratitudine per la "sorpresa ferragostana"  fattagli dai militari dell'Arma. Per il giovane straniero l'accusa in stato di libertà di ricettazione.  

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -