Rimini, Costituzione e diritti sabato 27 novembre, con Paolo Veronesi

Rimini, Costituzione e diritti sabato 27 novembre, con Paolo Veronesi

RIMINI - Prosegue sabato 27 novembre alle ore 17 il ciclo di conferenze "Comprendersi diversi. L'etica del riconoscimento dell'altro in un mondo che cambia", organizzato da Università Aperta "Giulietta Masina e Federico Fellini". L'incontro (al Museo della Città, Rimini, Via Tonini 1) avrà come relatore il costituzionalista Paolo Veronesi, che parlerà sul tema "La dimensione costituzionale e transnazionale dei diritti".

 

«Da quali (apparentemente inafferrabili) vicende scaturiscono i singoli diritti riconosciuti negli ordinamenti costituzionali (e nel nostro in particolare)? - si chiede Veronesi -. Il modello del c.d. "diritto naturale" possiede una reale efficacia esplicativa o altre sono le prospettive che conviene praticare per meglio comprendere l'atteggiarsi dei singoli diritti nelle varie realtà istituzionali? E poi: quali istituti giuridici e quali precauzioni la nostra Costituzione adotta e forgia a tutela dei diritti in essa sanciti? E in quale rapporto essa si pone con la sempre più rilevante mole di diritti emergenti nel diritto internazionale o elaborati dalla normativa comunitaria? Questi sono alcuni dei temi che - con frequenti riferimenti all'attualità o a talune vicende storiche - verranno affrontati nel corso della conversazione».

 

Paolo Veronesi è professore associato di Diritto costituzionale presso la Facoltà di Giurisprudenza di Ferrara. Autore di due monografie, ha altresì pubblicato numerosi articoli sulle principali riviste di Diritto pubblico e costituzionale. Sullo specifico tema del Biodiritto, Veronesi ha pubblicato la monografia "Il corpo e la Costituzione", Giuffrè, Milano 2007, X-358. Si vedano altresì gli articoli che vertono su problemi di carattere bioetico, analizzati sotto il profilo costituzionalistico: La legge sulla procreazione assistita alla prova dei giudici e della Corte costituzionale, in Quad. cost. 2004, fasc. 3, 523-554; Gli animali nei recinti della Costituzione, delle leggi e della giurisprudenza, in Quad. cost. 2004, fasc. 3, 618-620; Le "linee guida" in materia di procreazione assistita. Nuovi dubbi di legittimità all'orizzonte, in Studium Iuris 2004, fasc. 11, 1356-1360. Si veda inoltre Diagnosi preimpianto: i nodi al pettine. Dopo il referendum tocca alla Consulta, in Diritto e giustizia 2005, fasc. 33, 14-18; Cambiamento di sesso tra (previa) autorizzazione e giudizio di rettifica, in Famiglia e diritto 2005, fasc. 5, 528-535 e Sul diritto a rifiutare le cure salvavita prima e dopo il "caso Welby", in Studium Iuris 2008, fasc. 10, 1074 ss. Di recente ha inoltre curato (assieme ai colleghi Roberto Bin, Giuditta Brunelli, Andrea Guazzarotti, e Andrea Pugiotto) il volume collettaneo "Dalla provetta alla Corte. La legge n. 40 del 2004 di nuovo a giudizio", Giappichelli, 2008, XXV - 232 (e-book).

 

Ha partecipato, in qualità di relatore, al VII Corso di Formazione Superiore in Diritto Costituzionale, svoltosi a Volterra dal 3 al 7 settembre 2007, dedicato a Bioetica e diritti dell'uomo. È membro del Comitato scientifico del Forum sul BioDiritto dell'Università di Trento, coordinato da Carlo Casonato . Collabora al "Trattato di Biodiritto", diretto da Stefano Rodotà e Paolo Zatti, in corso di pubblicazione per la casa editrice Giuffrè di Milano.

 

Il ciclo di conferenze "Comprendersi diversi" è organizzato da Università Aperta "Giulietta Masina e Federico Fellini" (in collaborazione con il Comune di Rimini, Assessorato alla Cultura, Biblioteca Gambalunga; Provincia di Rimini, Assessorato alle Politiche sociali; Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini; Lions Club, Rimini - Riccione Host) e ha il riconoscimento del Ministero dell'Istruzione per la formazione insegnanti.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -