Rimini: crisi Antonelli, 80 famiglie in attesa della proprietà cinese

Rimini: crisi Antonelli, 80 famiglie in attesa della proprietà cinese

Rimini: crisi Antonelli, 80 famiglie in attesa della proprietà cinese

RIMINI - I lavoratori dell'azienda Antonelli spa di San Giovanni in Marignano, nel riminese, "da agosto non prendono lo stipendio". Nell'incontro con la Cgil e la Fiom Cgil locali hanno informato la proprieta' cinese Xuzhou Bohui che, con l'acquisizione del gruppo, "si e' assunta onore ed oneri" e che "non ci saranno sconti a quelle che sono le legittime richieste dei lavoratori": rispetto degli accordi e pagamento di tutti gli arretrati.

 

 L'azienda, si legge nella nota, si e' riservata di rispondere, "ma e' chiaro che una tale situazione necessita del coinvolgimento di tutte le Istituzioni a livello comunale, provinciale e ministeriale", scandiscono le organizzazioni dei lavoratori. Oltre alla Fiom Cgil "lo chiedono le ottanta famiglie direttamente coinvolte piu' i contoterzisti dell'indotto collocati nella provincia riminese", specifica il sindacato.

 

La "collaborazione" che ha contraddistinto l'operato dei lavoratori nel corso di quest'anno, proseguono i metalmeccanici, verra' rinnovata "solamente a fronte di un piano di rientro certo, credibile e comprovato, di un piano industriale serio". Insomma, se esistono difficolta' circa la partnership italo-cinese "queste non possono ricadere sui lavoratori i quali, in questi mesi, il loro dovere lo hanno compiuto e, giustamente, aspettano le retribuzioni arretrate e l'osservanza degli accordi presi".

 

La modifica dell'assetto societario dell'azienda alla fine dell'estate, ricordano Fiom e Cgil, era stata "venduta" come opportunita' per risollevare l'azienda e appianare tutte quelle situazioni di difficolta' (dalla mancanza di liquidita' alle pendenze con lavoratori, fornitori e banche).

 

   Oggi la condizione per i lavoratori e le loro famiglie viene ribadita "insostenibile", con, fino a oggi, "continui annunci e smentite sul versante economico, sull'assetto societario, sugli impegni presi e procrastinati". In uno "stillicidio di ipotesi e smentite", chiudono i sindacalisti.

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -