RIMINI - Crisi Ghigi, si va verso il commissariamento

RIMINI - Crisi Ghigi, si va verso il commissariamento

RIMINI - “Nella migliore delle ipotesi il ministero potrebbe decidere per il comissariamento governativo che potrebbe garantire (come già fu fatto per Parmalat con Bondi) un nuovo piano industriale, ammortizzatori sociali per i lavoratori che da 5 mesi non prendono lo stipendio, la ripresa dell’attività e il rispetto degli accordi di programma. Nella peggiore si liquiderebbe con la scomparsa dell’azienda”.


E’ il vice presidente della Provincia di Rimini, Maurizio Taormina, a parlare appena chiuso il tavolo a Roma con il ministero delle attività produttive. Un incontro voluto dal sottosegretario per ascoltare le parti in causa e capire se vi possa essere una via d’uscita per la storica azienda del territorio riminese. A Roma anche una cinquantina di lavoratori, senza stipendio da cinque mesi. I rappresentanti del ministero hanno prima ascoltato gli amministratori della Ghigi e poi il vice presidente Taormina e i sindacati.


“Hanno accolto, pare – dice Taormina – le richieste che abbiamo fatto. Stiamo seguendo la crisi ormai da mesi e con l’attuale direzione crediamo di aver capito che non si vada da nessuna parte. Gli accordi sono saltati e per noi non è un’ interlocutrice valida. Penso che lo stesso giudizio se lo sia fatto anche il sottosegretario. Ora speriamo che l’ipotesi che verrà scelta sia quella del commissario governativo e che si possa rilanciare l’azienda. Diversamente la Ghigi non esisterà più”.



Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -