Rimini: crisi, successo per il tavolo di concertazione sul credito

Rimini: crisi, successo per il tavolo di concertazione sul credito

RIMINI - Si è tenuto ieri mattina con successo in Confindustria Rimini, un incontro per fare il punto sulla situazione del CREDITO nella provincia di Rimini e a cui sono intervenuti i rappresentanti dell'imprenditoria (Confindustria Rimini, Ance Rimini, Confidi Romagna-Ferrara), delle banche (24 su 30 Istituti di credito della Provincia) e delle istituzioni (il Presidente della Provincia Ferdinando Fabbri, il Sindaco di Rimini Alberto Ravaioli, e il Presidente della Camera di Commercio Manlio Maggioli).

 

Si è trattato di un importante tavolo di confronto richiesto da Confindustria Rimini ed Ance Rimini alcune settimane fa, per concordare una comune strategia al fine di superare questo difficile momento.

 

Il Presidente di Confindustria Rimini Maurizio Focchi, nel ricordare agli intervenuti come le aziende riminesi siano sane e quindi in grado di affrontare momenti particolarmente difficili, ha rinnovato la richiesta del mondo dell'imprenditoria affinché le istituzioni e le banche ciascuno per la propria parte continuino a sostenere le imprese.

In particolare il Presidente presentando alcuni dati sulla situazione congiunturale (in allegato una breve sintesi) ha fatto presente come dagli imprenditori emerga la sensazione di una certa maggiore selettività da parte degli istituti nel concedere il credito.

 

Il Presidente ha quindi posto ai presenti sette richieste specifiche:

  1. Garantire la concessione del credito almeno ai livelli anti-crisi

  2. Moderare l'entità degli spread richiesti

  3. Continuare a sostenere gli investimenti sia manifatturieri, sia immobiliari

  4. Operare affinché venga mantenuto un livello di circolante che faciliti la ripresa

  5. Linea di credito destinata a fondi straordinari per sostenere la Cassa Integrazione Guadagni

  6. Intraprendere una politica di sostegno del credito alle famiglie sia per il consumo, sia soprattutto per quanto riguarda l'acquisto della casa

  7. Mutui a tassi contenuti di ammontare fino all'80% del valore dell'immobile

 

Richieste ribadite dal Presidente di Ance Rimini, Ulisse Pesaresi, che nel presentare la situazione del settore edile (che tiene pure in questo momento difficile e registra un calo del 9% delle ore lavorate nel periodo ottobre-novembre 2007 rispetto allo stesso periodo del 2008 secondo i dati della Cassa Mutua Edile) ha ricordato che le imprese edili del territorio continuano ad operare con grande professionalità ricercando il massimo della qualità. Sottolineando, in particolare, che gli immobili sono beni di investimento che mantengono o fanno crescere il loro valore nel tempo.

Ance Rimini rinnova quindi la richiesta alle amministrazioni di impegnarsi affinché le imprese che vogliono ancora investire lo possano fare in tempi certi e compatibili col business e alle banche di continuare a credere negli investimenti immobiliari finanziandoli per non fare mancare il flusso di credito.

 

Alle banche e alle pubbliche amministrazioni è stata posta anche la richiesta di continuare ad appoggiare l'importante azione dei consorzi fidi avvalendosi della garanzie che possono loro prestare. Il Presidente di Confidi Romagna e Ferrara, Alessandro Pettinari, ricorda che Confidi Romagna Ferrara è impegnato in prima linea con un'intensa attività nell'assistere e nel facilitare l'accesso al credito bancario delle piccole e medie imprese socie.

Si ricorda che Confidi Romagna Ferrara sta attivando il fondo messo a disposizione dalla Camera di Commercio di Rimini (128 mila euro dei 500 mila euro destinati dalla Camera di Commercio ai Confidi operanti sul territorio). Sono, infatti, state fatte le prime verifiche in modo da distribuire le risorse entro il termine fissato a fine marzo dalla Camera di Commercio.

 

A tal proposito, prendendo la parola, il Presidente della Camera di Commercio di Rimini Manlio Maggioli, ha invitato tutti i consorzi fidi e in particolare il Confidi Romagna Ferrara a prestare con ampia disponibilità e senza indugio le garanzie alle imprese che le richiedessero affinché i fondi messi a disposizione dalla Camera di Commercio, possano essere utilizzati tempestivamente garantendo così un sollievo in questo difficile momento.

 

Nei loro interventi, con il plauso a Confindustria Rimini per l'iniziativa, il Presidente della Provincia e il Sindaco di Rimini, hanno posto l'accento sugli investimenti previsti dalle rispettive amministrazioni per opere ed infrastrutture indispensabili per il rilancio dell'economia, esprimendo nello stesso tempo l'intenzione di continuare ad appoggiare l'operato dei confidi, come per altro si è resa disponibile a fare la camera di commercio.

 

Da parte loro i rappresentanti degli istituti di credito hanno confermato il sostegno all'imprenditoria locale. Sostegno che si espliciterà con la continuazione dell'erogazione del credito necessario pur di fronte ad alcune operazioni di razionalizzazione dello stesso.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nelle conclusioni il Presidente Focchi, nell'auspicare che tra banche e imprese continui a svilupparsi una proficua collaborazione che consenta alle aziende di superare il difficile momento, ha espresso l'intenzione di promuovere a breve un nuovo incontro al fine di confermare questo tavolo di lavoro come utile momento di confronto periodico.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -