Rimini: "Dico all'emiliana" recepiti dal Consiglio comunale, è polemica

Rimini: "Dico all'emiliana" recepiti dal Consiglio comunale, è polemica

Rimini: "Dico all'emiliana" recepiti dal Consiglio comunale, è polemica

RIMINI - Giovedì sera in Consiglio comunale a Rimini, "nella disattenzione generale, quasi di soppiatto e senza discussione, e' fulmineamente passata una mozione sulle cosiddette unioni civili". Lo riporta venerdì il consigliere comunale dei Popolari Liberali-Pdl, Eraldo Giudici, parlando di  "avallo alla politica regionale di relativizzazione del concetto di famiglia". Nella fattispecie si tratta della proposta di recepimento dell'articolo 48 della legge finanziaria 2009 della Regione, quella sui cosiddetti "Dico all'emiliana".

 

E' stata approvata con il voto favorevole della maggioranza, dello stesso Psi e del Partito Repubblicano, con il resto della minoranza astenuta a parte Giudici. Stefano Casadei (Psi) nella sua esposizione ha citato l'articolo 3 della Costituzione sulla rimozione degli ostacoli alla liberta' e

l'eguaglianza dei cittadini. "Sarebbe stato utile ricordare- precisa Giudici- anche gli articoli 29, 30 e 31, che spiegano che la 'famiglia' e' la societa' naturale fondata sul matrimonio e che la Repubblica ne tutela i diritti precisandone i doveri".

 

Il Popolare Liberale accusa "il tranello laicista", e vuole ricordare che "anche che le Regioni e le amministrazioni locali sono parte di una Repubblica che e' impegnata ad agevolare, con misure economiche e provvidenze, la formazione della famiglia senza che si debbano fare indebite assimilazioni". (Dire)

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -