Rimini: domenica positiva per i giovani rugbisti riminesi

Rimini: domenica positiva per i giovani rugbisti riminesi

RIMINI - Domenica 21 febbraio, sul campo di Rivabella di Rimini sono scesi in campo  le formazioni Under 16 della Mister Nut Rimini Rugby e dell'Imola Rugby.

I giovani Riminesi reduci da una fase negativa nelle prime tre giornate del girone di ritorno, sono apparsi subito molto concentrati.

 

Dopo soli cinque minuti di gioco i padroni di casa passano la linea avversaria,  Sorci porta l'ovale in meta in meta grazie a una penetrazione degli avanti, Baroni trasforma, 7 a 0. Passano altri dieci minuti e sono ancora gli avanti del Rimini ad avere la meglio, questa volta è Libraro che sigla la meta ancora Baroni trasforma ed è 14 a 0. Purtroppo in una ruck a centrocampo s'infortuna Sorci che deve lasciare il campo, sarà costretto anche a saltare la convocazione con l'Accademia della Nazionale di categoria fissata per la fine della prossima settimana, al suo posto entra Annibali.

 

Il coach Maccan deve modificare qualcosa nell'assetto della squadra ma la partita non cambia, al ventesimo è Baroni che conclude in tuffo una bella giocata del mediano D'Arcavio ( probabilmente migliore in campo), lo stesso Baroni non sbaglia la trasformazione e si va sul 21 a 0. Al ventiseiesimo  è Catani che fornendo un adeguato sostegno alla fuga di D'Arcavio, si ritrova il pallone nelle mani e lo schiaccia in meta, questa volta la trasformazione per Baroni non è agevole ma riesce, 28 a 0. Al ventinovesimo è sempre Catani innescato da Pozzi che segna la doppietta, e Baroni ancora preciso non sbaglia il calcio, 35 a 0. Non è ancora finita il primo tempo si chiude con una sgroppata di Annibali che fissa il punteggio del primo tempo sul 42 a 0 dopo la trasformazione di Baroni.

 

Il secondo tempo comincia come il primo, alla prima azione, Rimini passa, questa volta è Michele Frisoni, il pilone della Mister Nut che segna la sua prima meta in campionato, Baroni trasforma ancora 49 a 0. Al terzo della ripresa è Pozzi che conclude una buona azione dei trequarti proprio in mezzo ai pali, Baroni forse poco concentrato questa volta sbaglia 54 a 0.

 

La concentrazione viene meno un po' a tutta la squadra del Rimini ed Imola ne approfitta imposta una buona azione e sorprende la difesa dei padroni di casa portandosi a 5 punti, la trasformazione non riesce. Imola punisce nuovamente i pirati poco concentrati e sigla un'altra meta, la posizione è difficile per il calciatore e il risultato va sul 54 a 10. Rimini comprende che per non prendere punti è necessario ritornare in attacco, e così ricomincia a macinare gioco con i veloci trequarti e D'Arcavio corona la sua ottima prestazione con una bella meta, Baroni sbaglia ancora la trasformazione, 59 a 10. Al 21 esimo è Annibali a siglare la propria doppietta personale, questa volta calcia D'Arcavio e sbaglia 64 a 10. Al 25 esimo anche Pozzi torna nel tabellino dei marcatori, schiacciando l'ovale in zona centrale, la trasformazione è affidata a Frisoni Daniele che sbaglia, 69 a10. La partita si conclude con l'ultima meta del Rimini che però è frutto di una bellissima azione corale dei trequarti con Galassi che s'invola a grandi falcate verso la meta che viene inaspettatamente sostenuto da uno degli avanti, Maggioli alla prima meta in carriera, Baroni torna a calciare e, da posizione difficile, torna a far centro per il risultato finale che è di 76 a 10 per la Mister Nut.

 

La formazione del Rimini: Galassi, Pozzi, Catani, Pari, Frisoni D., Baroni, D'Arcavio, Casadei, Sorci, Maggioli, Libraro, Stargiotti, Frisoni M., Lepenne, Vagnoni, Pedrini, Annibali .

Ora l'attenzione, per alcuni giocatori, si sposta in campo internazionale e più precisamente in Francia a Tolosa a casa dei campioni d'Europa, dove alcuni ragazzi della Mister Nut, accompagnati dal coach Maccan, si recheranno la prossima settimana, per un incontro unitamente alla rappresentativa del Romagna.

 

Trasferta vittoriosa per la selezione under 14 del Rimini Rugby sul campo della Compagnia dell'Albero di Ravenna. Al fischio di inizio dell'arbitro i ravennati mostrano una maggiore aggressività e concentrazione e sorprendono i riminesi. Con un gioco semplice ma estremamente efficace i padroni di casa segnano due mete nei primi dieci minuti di gioco portandosi sul 12 a 0.  Nonostante questa partenza molto difficile i ragazzi riminesi non si disuniscono e con una partita di grande sacrificio riescono ad arrestare il gioco di attacco degli avversari. L'infortunio dell'estremo riminese Marini costringe però ad alcuni cambi di ruolo che per qualche minuto fanno sbandare la difesa riminese. Il Ravenna sembra prendere di nuovo il sopravvento schiacciando il Rimini nei suoi 22.


Ma un improvviso ribaltamento di fronte, conseguente ad un lungo calcio dell'estremo riminese Sacchetti ,permette a De Cristofaro di ingaggiare una gara di velocità con l'estremo ravennate. A pochi centimetri dalla metà  De Cristofaro non controlla il pallone e l'azione sembra sfumare. Il capitano riminese Villani riesce però a raccogliere l'ovale e a schiacciarlo in meta. Fralassi non trasforma e il punteggio si fissa sul 12 a 5. La fine del primo tempo vede le due squadre provate dal caldo primaverile e dalla durezza dei placcaggi subiti e fatti cercare di riprendere fiato.  Il secondo tempo vede i padroni di casa ben decisi a non farsi rimontare mentre i riminesi provano a ribaltare il risultato. Il possesso palla è quasi sempre a favore dei ravennati che non riescono tuttavia a trovare il guizzo decisivo per andare in metà. La difesa riminese lotta con coraggio e molto ordine ma non riesce a riconquistare il pallone in maniera efficace.
Quando però l'intensità del gioco ravennate cala, il Rimini riesce a costruire alcune belle azioni alla mano. Alcune belle penetrazioni di Morri, Sacchetti e Lanci danno l'illusione della meta  ma la difesa del Ravenna riesce a sventare il pericolo. Al 18' una bella azione alla mano del Rimini riesce a trovare il varco giusto sull'ala sinistra permettendo a Mancini di schiacciare la palla sotto i pali.

 

Il punteggio diventa 12 a 10 e il pareggio sembra cosa fatta ma Fralassi nella fretta di trasformare sbaglia incredibilmente. Mancano 5 minuti alla fine della partita ma i pirati non si demoralizzano e con coraggio provano a vincere la partita. Riconquistata la palla sul calcio del  Ravenna con una serie di belle azioni alla mano si avvicinano rapidamente all'area di meta del Ravenna. E' De Cristofaro che riesce a trovare il varco giusto andando a schiacciare nuovamente il pallone in meta. La trasformazione da posizione angolata non riesce e il punteggio si fissa sul 15 a 12 per il Rimini. Mancano tre minuti alla fine della partita e adesso è il Ravenna che cerca di ribaltare il risultato. Gli ultimi minuti sono una battaglia durissima, il Ravenna riesce ad arrivare a un metro dalla linea di meta del Rimini ma non riesce a sfondare per l'attenta difesa riminese.
Il pallone continua a rimanere in mano al Ravenna e la partita sembra non dover finire mai. Nell'ennesima mischia la difesa riminese riesce alla fine a conquistare l'ovale e a mettere fine all'incontro. 


Al fischio finale dell'arbitro esplode la gioa dei riminesi che raggiungono una vittoria cercata con determinazione. 
Il punteggio finale di 15 a 12 rispecchia una partita molto equilibrata tra due squadre che ormai si conoscono. I giovani del Rimini Rugby vanno lodati per il coraggio con il quale hanno cercato la vittoria fino all'ultimo senza demoralizzarsi e sostenendosi a vicenda nei momenti difficili della partita.
Una nota di merito per l'esordiente Polverini che entrato nel momento più difficile della partita ha saputo dare il suo importante contributo e a Fralassi che anche se in giornata negativa  come calciatore ha avuto il coraggio di prendersi la responsabilità delle trasformazioni.

 

Formazione Alpi, Bordoni, De Cristofaro, Fralassi, Giannico , Lanci,  Khedri, Mancini, Marini, Monti, Morri,  Polverini,   Sacchetti, Serafini, Sammarini, Sorci, Villani
Realizzazioni
De Cristofaro (1 meta), Villani (1 meta), Mancini (1 meta)

 

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -