Rimini, dopo i due assessori silurati, sospeso anche un consigliere Pd

Rimini, dopo i due assessori silurati, sospeso anche un consigliere Pd

Alberto Ravaioli-3

RIMINI - Non solo due assessori silurati, ma anche un consigliere del Pd sospeso dalle riunioni di maggioranza in Comune. La seconda offensiva è sempre del sindaco Alberto Ravaioli, dopo il voto contrario che c'è stato in Consiglio comunale sulla delibera dell'area Murri. Il voto contrario è arrivato dal consigliere Fabio Pazzaglia, che ha ricevuto da Ravaioli una lettera. Lo stesso Pazzaglia ha polemizzato col sindaco sul contenuto della missiva.

 

"In relazione alle dichiarazioni del consigliere Fabio Pazzaglia in merito alla lettera da me inviatagli, ritengo opportuno rendere pubblico il testo della missiva per chiarirne alcuni aspetti. Primo fra tutti, il fatto che il consigliere Pazzaglia non è stato "sospeso dalla maggioranza", come lui riporta, bensì sospeso dalla convocazione della stessa in attesa di un chiarimento con le segreterie comunali e provinciali del Partito Democratico", replica il sindaco.

 

Nella lettera, Ravaioli spiegava di essere "molto amareggiato per quanto è successo in Consiglio Comunale giovedì sera, anche perché ritengo che volontariamente o involontariamente tu abbia preso posizioni che non fanno parte della tua reale matrice culturale. Continua Ravaioli: "In questo momento, a mio giudizio, non ti permettono di vedere le giuste soluzioni amministrative, e proprio per questo e anche per tutelare un rapporto personale e un clima di maggioranza, ho deciso di sospenderti temporaneamente dalla convocazione della maggioranza. In attesa di un chiarimento con le segreterie provinciali e comunali del PD".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -