RIMINI - Droga, tre arresti in flagranza di reato

RIMINI - Droga, tre arresti in flagranza di reato

RIMINI – E’ di tre arresti in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti il bilancio di un servizio antidroga svolto martedì sera dai Carabinieri del Reparto Operativo di Rimini in collaborazione con gli agenti del nucleo ambientale della locale Polizia Municipale. In manette sono finiti un minorenne di 17 anni, il tunisino Mahdi Ben Ncir di 29 anni domiciliato a Rimini e la 45enne Monica Sassi, anch’essa domiciliata a Rimini.

A carico del minorenne si è proceduto anche per resistenza a pubblico ufficiale. Nel corso di una specifica attività antidroga, al termine di un prolungato servizio di osservazione e pedinamento, i Carabinieri hanno eseguito una perquisizione locale presso il domicilio del tunisino, un’abitazione di proprietà dell’Acer (case popolari) a lui assegnata, ubicata in via Montescudo, provvedendo al sequestro di otto involucri in cellophane contenenti 8,6 grammi di eroina, 1,7 grammi di hashish, forbici ed altro materiale per il confezionamento di stupefacenti, un telefono cellulare, una pistola a gas priva di tappo rosso, riproducente una pistola beretta 98, la somma contante di euro 6.910,00, ritenuta provento di spaccio ed una bilancia di precisione.

Nel corso della perquisizione il minore, al fine di consentire al tunisino di disfarsi della droga, ha aggredito i Carabinieri, non riuscendo nell’intento per la pronta reazione dei militari, che hanno immobilizzato all’istante entrambi i soggetti. Nessun carabiniere è rimasto ferito.


L’uomo è stato associato alla casa circondariale di Rimini, la donna alla casa circondariale di Forlì, mentre il minorenne è stato accompagnato al Centro di prima accoglienza di Bologna.

L’extracomunitario era già stato arrestato dai carabinieri il 25 luglio scorso, perché trovato in possesso di 16 grammi di eroina e di 7 grammi di hashish.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -