Rimini, è la statale Adriatica la strada killer

Rimini, è la statale Adriatica la strada killer

Diminuiscono i feriti sulle strade riminesi, ma aumentano i decessi. Su 2.411 incidenti stradali, rilevati l'anno scorso dalle forze dell'ordine, nella provincia, sono rimaste ferite 3.260 persone e 39 hanno perso la vita. In calo i numeri di incidenti e feriti rispetto al 2006, ma quello dei decessi è cresciuto: nel 2006 erano stati 28. La strada più pericolosa del riminese rimane la ss 16 Adriatica, con il 44% di tutti gli incidenti verificatisi sulle strade extraurbane.


"Bisogna fare di più - spiega l'assessore provinciale alla mobilità, Alberto Rossini - sul fronte dell'educazione, innanzi tutto nelle scuole superiori. Secondo i dati forniti dalla Provincia infatti, più del 96% degli incidenti e' causato dal comportamento scorretto del conducente".

Lungo il tratto riminese dell’Adriatica sono morte 11 persone e quasi 500 sono rimaste ferite.


"Le infrastrutture incidono molto- afferma Rossini - laddove si è intervenuto, ci sono risultati positivi. Dove non lo si è fatto, vedi la statale16, gli incidenti, anche i più gravi e drammatici, sono in aumento".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ulteriori preoccupazioni arrivano dal continuo aumento dei ‘pirati della strada’, di chi guida in stato di ebbrezza o senza assicurazione. Su quest'ultimo fenomeno in particolare, "abbiamo raggiunto dati impensabili fino a pochi anni fa", sottolinea Angelo Frugieri, comandante della Polizia stradale di Rimini. Sembra essere la diretta conseguenza della crisi economica: diventa difficile anche pagare l'assicurazione.



Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -