RIMINI - Economia, convegno dell'Api con Daniele Capezzone

RIMINI - Economia, convegno dell'Api con Daniele Capezzone

RIMINI - L’impresa nel nostro Paese sembra avere più nemici che amici, ma senza la Piccola e Media Industria saremmo tutti più poveri.

La via dello sviluppo non ammette scorciatoie: modernizzazione dello Stato, riforme strutturali, liberalizzazioni nei servizi.


Partendo da questi presupposti, API Rimini organizza un incontro-dibattito con autorevoli esponenti di livello nazionale del mondo imprenditoriale e politico.


Saranno infatti ospiti di Api Rimini il Presidente nazionale di Confapi, Paolo Galassi e l’On. Daniele Capezzone, Presidente della Commissione Attività Produttive della Camera dei Deputati. Moderatore dell’evento, il Direttore del Telegiornale RAI dell’Emilia-Romagna, dott. Andrea Basagni.


L’appuntamento è per Venerdì 17 novembre, alle ore 18, presso la Sala Verde del Grand Hotel di Rimini.


Per il Direttore Provinciale di Api Rimini, Alessandro Rapone, “il confronto tra Galassi e Capezzone si presenta molto avvincente, perché propone da un lato, un rappresentante di punta del sistema delle Piccole e Medie Industrie italiane, che giocano un ruolo strategico per lo sviluppo economico del nostro Paese, e dall’altro lato un esponente politico emergente, espressione dell’ala più liberale e liberista della maggioranza di Governo, e che si è distinto in qualità di primo firmatario del progetto di legge “Sette giorni per un’impresa”.


“Aprire un’impresa in Italia – prosegue Rapone - oggi è quasi un’’esperienza kafkiana, per il numero di vincoli burocratici ed amministrativi di cui sono oberati gli imprenditori sin dai primi giorni.

Quando poi le imprese sono avviate, ecco un innumerevole quantità di ulteriori aggravii, si pensi ad esempio alla legge sulla privacy: è mai possibile che una piccola impresa debba dedicare il tempo di un’impiegata per la sola burocrazia ? E’ tutto tempo rubato alla produzione !”


“Per venire ad una questione molto recente ed altrettanto importante, si pensi poi alla riforma del Tfr, che ha applicato l’esonero delle imprese sotto i 50 dipendenti dall’obbligo di devolvere la liquidazione all’Inps: si tratta di un ulteriore fattore di segmentazione delle aziende fra maggiori e minori, che pone un formidabile paletto alla crescita dimensionale delle aziende”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tutti siamo consapevoli del grande bisogno di rilanciare il Paese e la sua economia, ma questo potrà avvenire solo a condizione che si metta drasticamente mano ad un pacchetto di misure per sburocratizzare (vedi la proposta di Capezzone) e liberalizzare i servizi (vedi le misure di Bersani): diversamente – conclude il Direttore di Api Rimini – saremo condannati a continuare a perdere drammaticamente posizioni nell’ambito della divisione internazionale del lavoro e della ricchezza.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -