Rimini: Enada Primavera chiude con il botto, il gioco stravince

Rimini: Enada Primavera chiude con il botto, il gioco stravince

Rimini: Enada Primavera chiude con il botto, il gioco stravince

Rimini - Il gioco vince, anzi: stravince. La 22esima Enada Primavera, mostra Internazionale degli Apparecchi da Intrattenimento e da Gioco di Sapar, organizzata da Rimini Fiera per gli operatori professionali del comparto gaming e amusement, ha chiuso sabato pomeriggio i battenti nel quartiere fieristico riminese con uno straordinario successo di pubblico. La manifestazione, leader in Italia e nel sud Europa, ha totalizzato 28.865 visitatori professionali (+13% sul 2009).

  

Ben 3.540 gli operatori esteri (+26% rispetto all'edizione precedente). La kermesse, che la Spa riminese organizza in marzo a Rimini e in ottobre a Roma, gode del  patrocinio di AAMS, del supporto di EUROMAT e della collaborazione di ASCOB, FIDART, ANESV, S.I.CON.

 

Commenta Simone Castelli, direttore della business unit 2 di Rimini Fiera: "Questa edizione ha registrato la massima soddisfazione sia degli espositori, sia degli organizzatori. Il robusto incremento della componente internazionale è stato determinante. In fiera abbiamo avuto come espositori veri e propri big del mercato: aziende americane, inglesi, tedesche e austriache che si sono dimostrate decisive. Abbiamo aggiunto due padiglioni all'esposizione, che ha raggiunto i 40 mila metri quadrati".

 

"Le aziende, oltre 400 tra dirette e rappresentate, hanno messo in vetrina novità di prodotto importanti all'interno di stand di forte richiamo - ha aggiunto -. Sono stati conclusi importanti affari e, sul fronte visitatori, abbiamo incrementato le presenze italiane, mentre l'impegno profuso sul fronte internazionale ha consentito di far aumentare vistosamente quelle estere. La manifestazione, a conferma del buon andamento del mercato, è stata molto apprezzata anche per i momenti di approfondimento e formazione predisposti, in un momento di rapida evoluzione per tutto il comparto".

 

"L'ottimo andamento del comparto newslot ha rivitalizzato il settore - aggiunge Gabriella Zoni, project manager di ENADA - così come l'ormai prossimo debutto delle videolotterie sta facendo lievitare l'ottimismo. Gli imprenditori continuano a scommettere sul futuro del loro business, che si dimostra in forte crescita".  Il giro d'affari generato ogni anno in Italia dal comparto delle scommesse e dei giochi pubblici equivale a 3 punti e mezzo di Pil. Nel 2009 la raccolta complessiva si è attestata sui 54,4 miliardi di euro.

 

"Come SAPAR - continua il presidente Raffaele Curcio -  siamo particolarmente orgogliosi di come si è svolta questa edizione. ENADA PRIMAVERA cresce di anno in anno e rappresenta una sinergia vincente fra reti e gestori. La professionalità di Rimini Fiera ne è garanzia assoluta e la manifestazione che si è appena conclusa l'ha rafforzata. Anche il dialogo qui avviato fra Monopoli, associazioni di gestori e imprese è di ottimo auspicio per garantire lo sviluppo   dell'industria del gioco e di tutta la filiera".

 

I Monopoli, regolatori del comparto, hanno partecipato in maniera massiccia e convinta all'appuntamento riminese. Mercoledì 17, dopo il taglio del nastro con il presidente SAPAR, Raffaele Curcio e il presidente di Rimini Fiera, Lorenzo Cagnoni, si è tenuta una conferenza stampa alla quale ha preso parte anche Francesco Rodano, dirigente del 1° Ufficio - controllo di gestione e vigilanza, dell'Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato. 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -