Rimini, evasione fiscale. La puntualizzazione di Oasi Confartigianato

Rimini, evasione fiscale. La puntualizzazione di Oasi Confartigianato

RIMINI - Leggiamo le dichiarazioni del responsabile dell'Ufficio Controlli dell'Agenzia delle Entrate a Rimini e vorremmo fare alcune precisazioni.

 

Sinceramente ci saremmo aspettati dall'Agenzia delle Entrate un prospetto completo sui controlli che vengono effettuati nei vari settori economici, sull'entità delle dichiarazioni dei redditi e sull'entità dell'evasione e dell'elusione - perché di questa è bene non dimenticarsi - accertate. Stiamo notando una sorta di ‘preferenza' nei discorsi dell'Agenzia delle Entrate. Probabilmente ci sbagliamo, ma vorremmo essere rassicurati.

 

Secondo me solo davanti ad un dato completo si possono trarre delle conclusioni reali, con le  approssimazioni si rischia di ledere una schiera di piccole attività che possono facilmente finire in ginocchio.

 

E vengo al secondo punto. L'Agenzia parla del concordato come di un successo. Ci spiace, non siamo d'accordo. Se per una grande impresa il contenzioso col fisco è poco costoso rispetto ai fatturati, per noi microimprese non è così. Se ricorrere, andare avanti nel contenzioso, costa più che ‘concordare' una cifra, è chiaro che si sceglie quest'ultima strada. Noi non ci possiamo permettere tanti consulenti, abbiamo bisogno di lavorare e basta, soprattutto in un momento come questo. Ecco perché parlo di pistola puntata alla tempia.

 

Alla luce di questi discorsi, credo sia necessario usare molta attenzione. Diciamo che le piccole imprese del turismo sono la base della nostra economia. Ora che sembrano un po' nel mirino, ciò rischia di creare molti problemi. Ne consegue che i problemi saranno per l'economia riminese, che rischia di andare in grave difficoltà. Sia comunque chiarissimo: condanniamo l'evasione, è giusto e doveroso pagare le tasse.

 

Infine, visto che s'è parlato a Viserba di un luogo di maxi evasione, crediamo sia corretto precisare che si tratta in realtà di sei società, cinque bagni ed un bar, non di un unico esercizio. Precisato questo, credo che la questioni rientri in un contesto diverso da quello che è apparso.

 

Giorgio Mussoni, Presidente OASI Confartigianato

 

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di steno
    steno

    quando uno gioca a calcio e fa un gol in fuorigioco, il gol viene annullato, si chiamano regole!!!!

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -