Rimini: false certificazioni di sicurezza, quattro in manette

Rimini: false certificazioni di sicurezza, quattro in manette

Rimini: false certificazioni di sicurezza, quattro in manette

RIMINI - Gli agenti della Capitaneria di porto di Rimini coadiuvata dal Nucleo Speciale di Intervento del Comando generale del Corpo e con il supporto della Capitaneria di Genova ha dato esecuzione venerdì a quattro ordinanze di custodia cautelare a carico di persone collegate a vario titolo all'Istituto Giordano con sede a Bellaria Igea Marina, uno degli organismi abilitati per effettuare visite tecniche sulle imbarcazioni da diporto per il rilascio della certificazione di sicurezza indispensabile per la navigazione.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le misure cautelari sono state richieste, dopo oltre un anno di indagini, dal sostituto procuratore della Repubblica di Rimini Luca Bertuzzi e disposte dal Gip del Tribunale di Rimini Giacomo Gasparini. In manette sono finiti V.G, ex amministratore delegato dell'Istituto Giordano; G.M., mediatore nautico, il pesarese G.G e la riminese P.B, titolare dell'agenzia nautica Albatros, che dovranno rispondere di falsa attestazione di requisiti di sicurezza di navi ed imbarcazioni da diporto, truffa aggravata e abuso d'ufficio. Altre tredici persone sono indagate.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -