Rimini festeggia la Giornata internazionale della Donna

Rimini festeggia la Giornata internazionale della Donna

RIMINI - Lunedì 8 marzo alle ore 18 nella Sala del Settecento della Biblioteca civica Gambalunga, Daniela Muratori e Maria Costantini propongono Parole nel vento (regia di Gianni Iasimone; note sparse di Fabio Muratori), un reading di testi poetici, letterari e filosofici di donne che con il loro sguardo hanno dato un contributo "differente" alla travagliata storia del Novecento.

 

Il percorso inizia con l'ascolto delle parole di Goliarda Sapienza, una delle personalità più vivaci del secolo, incontra le idee controcorrente di Susan Sontag, il misticismo ed erotismo di Alda Merini, il "dolore troppo precoce" di Ingeborg Bachmann, le riflessioni sulla vita e la morte del medico Iona Heath, le parole della sacerdotessa del rock Patti Smith, le varianti "scandalose" della parigina Marthe Blau, le denunce della giornalista russa Anna Politkovshaja, e tante altre voci ancora.

 

La giornata dell'8 marzo non è solo una giornata di festa, ma viene celebrata in molti paesi europei per ricordare le conquiste delle donne, in memoria della tragica morte delle operaie tessili newyorchesi, che l'8 marzo 1908 morirono fra le fiamme sviluppatesi nella fabbrica in cui erano state rinchiuse per impedire loro di protestare contro le pesanti condizioni di lavoro.

Per gettare uno sguardo sull'impervio itinerario compiuto dalle donne nel  XIX e XX secolo, vissuto talora nella solitudine, nell'eresia dell'intelligenza e nell'estremizzazione dei comportamenti, la Biblioteca Gambalunga dedica uno dei percorsi tematici allestiti periodicamente negli spazi dello Scaffale aperto dal titolo "Attenti al lettore", a proposte di letture in cui le donne sono oggetto e soggetto della scrittura. I temi scelti sono: "Romanzatrici" italiane nell'ultimo decennio; Donne in giallo; Voci di donne dal mondo; Tra arte e scienza: i percorsi trasgressivi; Punti di vista sulla donna; Vite raccontate.  

 

I percorsi bibliografici proposti, tratti dai cataloghi gambalunghiani e  consultabili sul sito www.bibliotecagambalunga.it,  fanno riferimento ad una selezione della produzione editoriale più recente, mentre per una bibliografia più generale si rinvia all'eccellente catalogo della Biblioteca Dominars (anch'esso consultabile all'indirizzo internet della Biblioteca), l'istituzione aperta nel 1988 dal Centro Documentazione Donna con i contributi dell'Amministrazione comunale, che anche grazie al collegamento alla Rete di banche dati di genere al femminile Lilith, rappresenta una ragguardevole e preziosa raccolta "al femminile", oggi conservata presso la Biblioteca Gambalunga.

 

L'ingresso al reading che avrà luogo nella Sala del Settecento è gratuito fino a esaurimento posti

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -