RIMINI - Fiera, Ecomondo chiude con 58mila visitatori (+10,1%)

RIMINI - Fiera, Ecomondo chiude con 58mila visitatori (+10,1%)

RIMINI - ECOMONDO 2007, l'11a edizione della fiera internazionale del recupero di materie ed energia e dello sviluppo sostenibile, si è chiusa sabato pomeriggio a Rimini Fiera assieme a KEY ENERGY, 1a fiera internazionale per l'energia e la mobilità sostenibile, il clima e le risorse per un nuovo sviluppo e a Ri3 Rigenera, Ricarica, Riusa, 3a rassegna della rigenerazione, ricarica e riuso dei supporti di stampa, hardware e prodotti per informatica e telematica.


"Col passare degli anni - ha detto Lorenzo Cagnoni, presidente di Rimini Fiera Spa - quella che fu un'intuizione felice, ossia creare un appuntamento dedicato agli operatori dell'ambiente, con attenzione particolare al ciclo completo del rifiuto, oggi è divenuta un vero e proprio evento di profilo internazionale".


"La manifestazione - annuncia il direttore della Business Unit di Rimini Fiera 2, Simone Castelli - ha conosciuto un autentico successo di visitatori professionali, registrando 57.907 ingressi (+ 10,1% sul 2006). Anche l'esposizione mediatica è stata eccellente con 380 giornalisti accreditati in fiera, a testimoniare il totale coinvolgimento dei media specializzati italiani ed esteri. Numeri importanti, che consacrano la leadership nel settore: abbiamo infatti superato ampiamente il muro delle mille aziende presenti, distribuite su 75mila metri quadri".


"L'edizione 2007 di ECOMONDO - spiega Alessandra Astolfi, project manager della manifestazione - ha valorizzato il tema del recupero come risorsa economica, con alcune specializzazioni per filiera di materiali. Numerose sono state le novità (cito, fra le tante, Innertech, Città Sostenibile e Just Rabber) in questa direzione e la stretta connessione con il mercato ci ha consentito di valorizzare in tempo reale le nuove frontiere dello sviluppo tecnologico in tema ambientale".


Coordinato dal prof. Luciano Morselli, il calendario scientifico di ECOMONDO ha proposto 179 convegni con 35 sessioni, dieci i convegni internazionali. Sono intervenuti circa 1.200 relatori e i partecipanti sono stati 10.700 (+7,4% sul 2006).


L'edizione 2007 di ECOMONDO ha ospitato un evento di assoluto rilievo, ovvero il debutto ufficiale del Sistema RAEE (rifiuti elettrici ed elettronici), il cosiddetto 'nuovo rifiuto'. Oltre 500 operatori del settore sono intervenuti al battesimo del nuovo sistema nazionale di raccolta separata e di trattamento che ha porta al debutto una nuova industria del riciclo. Si stima che in Italia la produzione annua di rifiuto RAEE sia di 14 kg. procapite, ciò significa circa 900mila tonnellate complessive, il 2,6% del monte rifiuti totale.

Attualmente la raccolta, spontanea e non gestita, è di 65mila tonnellate (1,2 kg. procapite) annue. L'obiettivo del sistema è quello di arrivare, entro la fine del 2008, ad una raccolta di 240mila tonnellate, circa 4 kg. pro capite.

Al registro delle imprese dovranno iscriversi 11.000 aziende, il cui fatturato complessivo è di 32 miliardi di euro e che contano 212mila addetti. Si tratta del secondo settore in ordine di importanza nell'economia del nostro Paese, subito dopo quello automobilistico.


In tema d'internazionalità, ad ECOMONDO 2007, in collaborazione con l'ICE, Istituto Nazionale per il Commercio, 14 delegazioni estere provenienti da Algeria, Egitto, Libia, Marocco, Tunisia, Turchia; dal Medio Oriente: Emirati Arabi Uniti, Giordania, Israele, Libano e Siria, e dell' Europa dell'Est: Bulgaria, Romania ed Ucraina. Fra le altre figure con ruoli strategici per i governi dei propri Paesi, il vice ministro bulgaro della Politica Statale, Valeri Nikolov e l'assistente al segretario generale del Ministero dell'Ambiente Giordano, Ahmad Al Qatarneh.

Nelle giornate di fiera è stata annunciata anche la prossima edizione di ECOMONDO RUSSIA, in programma a Mosca dall'1 al 4 aprile 2008.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -