RIMINI - Fiera: il Gruppo continua a crescere

RIMINI - Fiera: il Gruppo continua a crescere

RIMINI - Consueto appuntamento di fine anno con la stampa a Rimini Fiera: il presidente Lorenzo Cagnoni ha presentato oggi i dati preconsuntivi di bilancio 2006, le previsioni e i nuovi progetti 2007.

I DATI DI PRECONSUNTIVO DEL 2006

"Sta per chiudersi un anno - ha aperto Cagnoni - che giudico positivo per il Gruppo Rimini Fiera e trascorso in un contesto di timida ripresa dell’economia che ancora non coinvolge tutti i settori produttivi. Si chiude un 2006 nel quale l’aggressività della competizione fieristica è aumentata, generando anche qualche tensione. Ma Rimini Fiera ha lavorato in attacco e non in difesa. Si sono infatti consolidati i nostri prodotti storici e le nuove iniziative hanno avuto ottimi esiti. Nel 2006 abbiamo dovuto fronteggiare la migrazione del Festival del Fitness, organizzando RiminiWellness a tempo di record e con grande soddisfazione: una sfida raccolta e vinta da tutto il territorio, che ha mostrato una coesione che in chiusura d’anno mi preme rammentare. Tutto ciò ci consolida sul podio nazionale del sistema fieristico e accresce le nostre credenziali sul fronte internazionale”.


I dati preconsuntivi del 2006 parlano di un'ulteriore crescita di Rimini Fiera SpA e del Gruppo Rimini Fiera.


“Rimini Fiera SpA - ha detto Cagnoni - chiude il 2006 con un preconsuntivo di 57,3 milioni di euro (+ 6,7% sul 2004, anno di comparazione utile per la presenza delle stesse manifestazioni biennali). Il mol raggiunge i 21,2 milioni di euro segnando un +2,4% sul 2004”.


Per ciò che concerne il Gruppo, il consolidato porta un valore della produzione complessivo di 87,9 milioni di euro (+ 28,4% sul 2004) con un mol di 23,1 milioni (+3,2% sul 2004).


Sul fronte delle presenze di espositori e visitatori, oltre che della superficie espositiva commercializzata, nel 2006 Rimini Fiera SpA registra 12.032 espositori (9.300 nel 2004), 1.198.756 visitatori (1.074.254 nel 2004) e 1.126.164 metri quadri venduti (814.610 nel 2004).

Il rapporto fra superficie venduta e numero degli espositori, vede innalzarsi il dato dello spazio medio venduto: era di 87,59 mq nel 2004, è stato di 93,59 mq nel 2006. Ciò testimonia anche una crescita della convinzione che il prodotto fieristico sia strategico per le imprese e che Rimini Fiera, con la sua moderna struttura, è stata in grado di attrarre maggiori investimenti.


L’ANALISI DEL 2006

Crescita del ruolo di Rimini Fiera nel settore del turismo; brillante affermazione di TECNARGILLA sul fronte internazionale e di RIMINIWELLNESS su quello interno.

Sono questi, per il presidente Cagnoni, i tre punti centrali della crescita di Rimini Fiera per il 2006.


"Sul turismo - ha sottolineato il presidente di Rimini Fiera - è proseguita la fase espansiva di TTG e TTI, ormai eventi di riferimento nel segmento b2b e considerata il barometro dell’andamento del comparto (29.800 presenze e +4,5% sul 2005, +50% nel quadriennio ‘riminese’).


Per quanto concerne TECNARGILLA, la maggiore manifestazione mondiale dedicata alle tecnologie e alle forniture per l’industria ceramica e del laterizio, organizzata da Rimini Fiera SpA in collaborazione con ACIMAC, il passaggio dalla triennalità alla biennalità introduceva il confronto diretto con il Ceramitec di Monaco, confronto che ha visto prevalere la forza di Tecnargilla, tanto da indurre gli organizzatori tedeschi ad uno spostamento di data a primavera.

Ottimo il debutto di RIMINIWELLNESS, una ‘fiera show’ all'interno del quartiere e nella città, un evento anche in grado di recuperare e soddisfare le esigenze professionali delle aziende clienti. L’ottimo risultato raggiunto e, soprattutto, la soddisfazione espressa dalle aziende espositrici, ci fa prevedere che anche la seconda edizione, in calendario dal 17 al 20 maggio, sarà un successo.

Mi preme poi ricordare l’eccellente affermazione di ECOMONDO, diventata la manifestazione di riferimento per il mondo dell’ambiente, ormai decisamente proiettata ad una piena identità internazionale con le manifestazione nate in Russia e in Cina, oltre a quelle che abbiamo in cantiere.

Infine, DOMUSLEGNO, che il Gruppo Ribera ha voluto portare da Torino a Rimini, immaginando così una prospettiva di sviluppo che si è puntualmente verificata”.


LE OPERE E I SERVIZI DEL 2006

Il 2006 è stato per Rimini Fiera l’anno del completamento del quartiere con i due ulteriori padiglioni inaugurati lo scorso settembre sul lato est. Riscontri sempre più importanti anche per la stazione ferroviaria interna al quartiere: nel 2006 vi hanno transitato 97.782 passeggeri (+30% sul 2005).

"Terminal bus e stazione - ha spiegato Cagnoni – si stanno rivelando un servizio strategico per i clienti, oltre ad alleggerire l'impatto del traffico sulla città".

Sempre nell’ottica del basso impatto ambientale ricordo la costruzione e l’entrata in funzione dell’impianto fotovoltaico (400 mq, 300mila euro di investimento, risparmio alla città di circa 40 tonnellate annue di anidride carbonica) e l’accordo con Hera Rimini per il progetto sulla raccolta differenziata dei rifiuti prodotti in fiera.


IL BUDGET 2007

Il presidente di Rimini Fiera ha poi illustrato i dati di previsione.


"Per il 2007 la previsione dei ricavi per la capogruppo è di 52,5 milioni di euro, quindi prevediamo un aumento del fatturato sul 2005 del 8,7%.

Il Gruppo, invece, prevede nel 2007 un fatturato di 82,1 euro (+11,9 % sul 2005) ed un mol di 20,2 milioni (+21,7% sul 2005). Dati che ci confermano ai primissimi posti della graduatoria fieristica nazionale e primi per margine operativo lordo".


QUATTRO NUOVE MANIFESTAZIONI E ACQUISIZIONI IN VISTA

Saranno quattro per Rimini Fiera le nuove manifestazioni in calendario nel 2007.


Il nuovo anno si aprirà con la prima edizione di FIRST-ALTERNATIVE, salone semestrale, palcoscenico delle nuove tendenze del mercato moda e del made in Italy uomo-donna (12-14 gennaio 2007) e che segna il debutto di Rimini Fiera in questo settore portabandiera del nostro Paese.

Dal 22 al 24 marzo 2007 si terrà nel nuovo quartiere fieristico della Capitale la prima edizione di GLOBE, Travel Exhibition in Rome, fiera internazionale del turismo sul modello delle più importanti manifestazioni del settore, realizzata da ExpoGlobe, newco controllata da Fiera Roma e TTG Italia, partecipata di Rimini Fiera. Globe si sta preparando ad un formidabile successo, registrando grandi adesioni dall’estero anche grazie ad una formula espositiva che ha saputo conquistare il mercato.

Lo sviluppo delle diverse sezioni espositive di ECOMONDO genererà nel 2007 la nascita di KEY ENERGY, Mostra Convegno Internazionale per l’Energia e la Mobilità Sostenibili, il Clima e le Risorse di Sviluppo Ecocompatibile, che debutterà in contemporanea con ECOMONDO e RI3 (7-10 novembre).

Infine, la prima edizione di DESIGN SHOW, dedicata alle soluzioni su misura per chi progetta, organizzata dal Gruppo Maggioli (ancora dal 7 al 10 novembre).


“Non sono in grado di farlo oggi – ha concluso Cagnoni sull’argomento – ma nelle prime settimane del 2007 annunceremo l’acquisizione di due importanti manifestazioni e lanceremo una nuova manifestazione, per il prossimo autunno, che, lo anticipo genericamente, riguarderà il settore della manutenzione industriale”.


AVANZA IL PROGETTO FIERE-TERRITORIO


“Stiamo concretizzando proprio in questi giorni - ha annunciato il presidente di Rimini Fiera - il progetto organico ‘fiere-territorio’, già anticipato per sommi capi la scorsa estate. Il progetto, già rivelatosi vincente con il format di RIMINIWELLNESS, riguarderà alcune delle più importanti manifestazioni, come SIB, PIANETA BIRRA, MONDO NATURA. Si tratta di un autentico plus nella competizione fieristica e va a tutto e reciproco vantaggio delle manifestazioni e del territorio. Un vero esempio in campo nazionale”.


IL FRONTE DELL’INTERNAZIONALITA’

Percorsi importanti per Rimini Fiera anche sul fronte dell’internazionalità, sia per ciò che concerne l’attività interna (nel corso del 2006 sono stati organizzati 2.050 incontri d'affari coinvolgendo 570 aziende italiane e 280 buyers stranieri provenienti da 46 diversi Paesi), sia per quella esterna.


“Mi preme ricordare - ha detto Lorenzo Cagnoni - gli importanti risultati raggiunti anche in questo ambito. Meno di un mese fa, durante l’ultima edizione di SIA GUEST, è stato annunciato il progetto SIA GUEST DUBAI (contract alberghiero) che si svolgerà dal 4 al 6 marzo 2007 con la collaborazione di Fairsystem, in partnership con la Strategic Marketing & Exhibition di Dubai, in rapporto col Dipartimento Turismo Marketing & Industria dell'Emirato e col supporto dell'Ice e della Regione Emilia-Romagna. SIA GUEST DUBAI si terrà al Burj al-Arab (in arabo 'Torre degli Arabi'), l'imponente e famosissimo albergo a 7 stelle a forma di vela.

Nel 2007 si svolgerà (22-24 maggio 2007) la seconda edizione di ECOMONDO MOSCA, presso il prestigioso Radisson SAS Slavyanskaya Hotel della capitale russa, organizzata da Rimini Fiera e CMP & Partners LLP.

Oggi siamo poi in grado di confermare ufficialmente che un nuovo importante tassello andrà ad aggiungersi al mosaico dell’internazionalità di Rimini Fiera: mi riferisco al tavolo di lavoro aperto con la Fiera di Belgrado nei settori del turismo e del wellness”.


IL NUOVO PALACONGRESSI DI RIMINI E L’ACCORDO CON L’ASSOCIAZIONE ALBERGATORI

Sempre il 2007 sarà l’anno di apertura del cantiere del nuovo Palacongressi di Rimini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un progetto - ha concluso Cagnoni -sul quale il Gruppo è impegnato dal 2001 e che, come è accaduto per il quartiere fieristico, siamo convinti rappresenti un altro potente volano economico per tutto il territorio. A questo riguardo abbiamo appena firmato, con l’Associazione Albergatori, il protocollo d’intesa che definisce la modalità di partecipazione delle strutture ricettive alla gestione del Palacongressi. Mi preme sottolineare questo accordo, unico nel Paese, che sancisce una forma di coinvolgimento che qualifica ulteriormente la portata del progetto. Contiamo entro il primo trimestre del 2007 di avviare il cantiere per rispettare i tempi di consegna. Avevamo declinato l’ipotesi di un altro orologio segna tempo, ma ci stiamo ripensando, forse lo rispolvereremo”.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -