Rimini, finanziamenti dalla Provincia per progetti sul sociale

Rimini, finanziamenti dalla Provincia per progetti sul sociale

RIMINI - Quattordici progetti scelti per il contributo, l'esordio di un bando pubblico con criteri inediti, un unico tema a legare i diversi progetti. Queste, in estrema sintesi, le caratteristiche del Piano di Riparto 2011 dell'Assessorato ai Servizi Sociali della Provincia di Rimini, con il quale vengono destinati finanziamenti alle associazioni su scala provinciale che presentano proposte progettuali in ambito sociale. Quello del 2011 è stato il primo piano di riparto che ha utilizzato nuovi criteri per la valutazione dei progetti.

 

Per la prima volta l'Assessorato Politiche Sociali della Provincia di Rimini, ha erogato i contributi previsti attraverso un bando pubblico rivolto alle associazioni del territorio iscritte al registro provinciale delle Organizzazioni di volontariato o delle Associazioni di promozione sociale. Ciò con l'obiettivo di costruire sinergie tra le azioni svolte dalle singole associazioni con il progetto qualificante "Comunità educante e inclusiva" portato avanti dall'Assessorato. In questo modo sarà più facile rafforzare gli interventi sul territorio mettendo in rete le azioni che vanno in una direzione comune e condivisa.

 

Il bando, che prevedeva diversi criteri per essere ammessi a finanziamento, distribuisce complessivamente 20.500 euro: 20 i progetti, 14 quelli ammessi al finanziamento, 69 le Associazioni che hanno partecipato al bando. I progetti sono stati giudicati da una commissione composta dal professor Alain Goussot, docente di pedagogia presso il Dipartimento di psicologia dell'Università di Cesena, dal professor Edgar Serrano docente di pedagogia presso l'Università di Padova e il professor Rabin Chattat docente di psicologia presso il Dipartimento di psicologia dell'Università di Cesena.

 

Si precisa che il finanziamento concesso dalla Provincia non può in ogni caso superare il 70% del costo complessivo del progetto. La differenza del co-finanziamento rimane a carico dell'Associazione o di un altro soggetto o sponsor privati. Il contributo assegnato, in ogni caso, non può superare i 3.000 € per progetto. Ai progetti ai quali verrà concesso il contributo potrà anche essere assegnato (se le associazioni proponenti sono concordi) un coordinatore di progetto, che aiuterà i volontari nella gestione e nella realizzazione delle azioni e manterrà i rapporti con la Provincia. Questo grazie alle convenzioni dell' Assessorato ai servizi Sociali con la Facoltà di Scienze della Formazione (Polo di Rimini) e la Facoltà di Psicologia (Polo di Cesena) dell'Università di Bologna, che permette alla Provincia di accogliere gli studenti per i tirocini.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -