Rimini, fondazione Fellini in deficit. Zavoli prende tempo per la presidenza

Rimini, fondazione Fellini in deficit. Zavoli prende tempo per la presidenza

Rimini, fondazione Fellini in deficit. Zavoli prende tempo per la presidenza

RIMINI - "Incominciamo a mettere a punto un progetto e a lavorarci. Solo in questo caso si potra' pensare di accettare o rifiutare ogni ipotesi di presidenza onoraria. Ci vediamo sabato". Poche parole, qualche sorriso, ma il concetto e' chiaro. Sergio Zavoli, presidente della Commissione di Vigilanza sulla Rai, e' stato ricevuto martedì mattina in municipio a Rimini dal sindaco Alberto Ravaioli. In ballo, da qualche tempo, c'e' la presidenza onoraria della Fondazione "Federico Fellini", l'ente dedicato alla memoria del Maestro riminese sempre in affanno tra debiti e occasioni mancate.

 

Dopo il colloquio telefonico Zavoli e Ravaioli si sono incontrati (era presente all'incontro anche il semiologo Paolo Fabbri, neo direttore in pectore della "Fellini" al posto di Vittorio Boarini) per iniziare a studiare, ancora a piccoli passi, il da farsi. Il clima, va detto, ora lascia trasparire un certo ottimismo. Sabato il senatore tornera' in citta' per sciogliere le riserve: nel caso dovesse rifiutare, e' il suo pensiero, sarebbe comunque grato a tutti i riminesi per la possibilita' concessa.

 

Il senatore del Pd precisa di non voler fare "dichiarazioni", ma un'idea pian piano comincia a farsela. Il problema riguarda sia lo stato dei conti della Fondazione (il deficit ha toccato recentemente quota 800 mila euro) sia, piu' in generale, la possibilita' di rilanciarla a livello nazionale e internazionale. Al momento, Zavoli si mostra di nuovo prudente ma pare dire:

capiamo quello che si puo' e si deve fare, imbastiamo un progetto vero, e poi decidiamo.

 

Sembra un po' piu' disteso, finalmente, anche Ravaioli: "Abbiamo stabilito tutti insieme di lavorare ad un progetto di rilancio della 'Fondazione'. Sabato ci ritroveremo tutti insieme e daremo un annuncio ufficiale". Tra le tante priorita' in questione, con Zavoli si e' ricominciato a parlare davvero di ricucire con gli eredi del Maestro riminese, dopo le polemiche del passato e l'addio armi e bagagli di Francesca Fabbri Fellini. "Non dimentichiamoci- ribadisce il sindaco- che un piano di rilancio non puo' prescindere dal rapporto con gli eredi di Federico Fellini. Con il presidente Zavoli abbiamo parlato anche di questo, senz'altro rientra tra le priorita'". Insomma, per la Fondazione riminese 'la Nave va'? Ravaioli sorride: "La nave va". (Dire)

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -