Rimini: fondi strutturali europei, presentate in Provincia le priorità strategiche

Rimini: fondi strutturali europei, presentate in Provincia le priorità strategiche

RIMINI - E' stato illustrato questa mattina alle istanze istituzionali ed economico-sociali della provincia di Rimini il documento che riassume le priorità strategiche del territorio riminese in attuazione della politica regionale unitaria per il periodo 2007-2013 (Documento Unico di Programmazione). Frutto di un approfondito confronto in sede locale, sia nell'ambito delle Conferenze dei Sindaci, che di successivi incontri con le associazioni di categoria e sindacali, il testo sintetizza i principali aspetti programmatici sui quali punta il sistema Rimini per il rilancio del proprio sviluppo inserendoli in un quadro di coerenze regionali finalizzato ad un utilizzo concordato ed organico dei fondi strutturali europei (soprattutto POR-FESR, FAS e FES).

 

Il sottosegretario alla presidenza della Giunta regionale, Alfredo Bertelli, ed il direttore generale alla programmazione, intese, relazioni europee ed internazionali della Regione Emilia-Romagna, Enrico Cocchi, presenti all'incontro, si sono incaricati di spiegare, nel metodo e nel merito, il senso di un'operazione di grande respiro che mette in circolo una notevole mole di risorse (1.500 milioni di euro) tanto in funzione anticiclica, per il sostegno delle aziende in difficoltà ed il finanziamento degli ammortizzatori sociali in deroga, quanto per innescare un processo virtuoso di investimenti indirizzati all'avvio di una nuova fase dello sviluppo regionale. E' questa la cornice in cui, dalla creazione di tecnopoli (sistema moda ed ambiente) capaci di arricchire la rete emiliano romagnola di poli produttivi d'eccellenza alla realizzazione delle aree produttive ecologicamente attrezzate (Raibano, Valmarecchia e Valconca), dal sostegno ad un pacchetto di grandi opere infrastrutturali nel campo della mobilità (TRC, variante Statale 16, ecc.) agli interventi per la valorizzazione turistica dell'area riminese in un'ottica integrata costa-entroterra, la provincia di Rimini potrà usufruirà di ingenti risorse per dire la sua da protagonista nel panorama della politica di sviluppo della nostra regione.

 

Un accenno particolare alle misure a favore dell'entroterra contenute nella programmazione negoziata è stato fatto dal presidente della Provincia Ferdinando Fabbri, che ha voluto evidenziare i circa 3 milioni e mezzo di euro, tra risorse FAS (Fondo Aree Sottoutilizzate) assegnate all'Emilia Romagna ed altri fondi regionali per i comuni ex obiettivo 2 (Saludecio, Mondaino, Montegridolfo e Torriana) e comuni non costieri, e gli ulteriori 2 milioni e 200 mila euro, derivanti da fondi strutturali europei per la valorizzazione di beni culturali ed ambientali a fini turistici, che ricadranno sulle realtà locali degli assi fluviali del Conca e del Marecchia. L'incontro si è concluso con una sostanziale condivisione da parte di amministratori e rappresentanti del mondo economico sia delle procedure seguite, che degli obiettivi di programma. Il passo successivo, a questo punto, è la stipula vera e propria di un'intesa territoriale che dovrebbe avvenire nelle prossime settimane.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -