Rimini: fuori strada con lo scooter, 22enne in prognosi riservata

Rimini: fuori strada con lo scooter, 22enne in prognosi riservata

Rimini: fuori strada con lo scooter, 22enne in prognosi riservata

RIMINI - E' finito contro una balaustra che protegge i pedoni che passeggiano sul marciapiede in viale Sacramora, in zona Celle a Rimini. E' quanto accaduto domenica mattina ad un giovane 22enne riminese, ricoverato in gravi condizioni all'ospedale Infermi. I medici, che si sono riservati la prognosi, hanno evidenziato al ragazzo un trauma cranico. La dinamica del sinistro è al vaglio degli agenti della Polizia Municipale, intervenuti sul posto per i rilievi di legge. A quanto pare lo scooterista avrebbe fatto tutto da solo.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sempre i Vigili Urbani sono intervenuti domenica mattina, intorno alle 9.30, in viale Trento per una bambina di sei anni investita. Fortunatamente la piccola se l'è cavata con la sospetta frattura di una gamba.  

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di ilario
    ilario

    Quindici/venti anni fa, a seguito di varie disgrazie capitate a ciclisti e motociclisti, era iniziata una giustissima campagna per eliminare tutti quegli ostacoli, quali paletti stradali in cemento, pali di metallo, ecc, che, troppo in prossimità della sede stradale erano un chiaro pericolo per ciclisti e motociclisti e che in quel periodo avevano fatto non poche vittime.La soluzione fu abbastanza semplice: adozione di paletti in plastica, paracarro con protezioni supplementari ad altezza casco e ove possibile lo spostamento dei pali della segnaletica verticale. Poi passano gli anni, mutano le stagioni, e improvvisamente ricompaiono paletti di ghisa ovunque, pali di segnaletica stradale messi a ridosso della carreggiata, marciapiedi altissimi in prossimità degli incroci. Visto che palesemente un paletto in ghisa non ferma una macchina ma uccide un motociclista, a chi giova tutto ciò (se non a chi quegli arredi li compra, vende produce...)?

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -