Rimini: Giorno della Memoria, le iniziative

Rimini: Giorno della Memoria, le iniziative

RIMINI - In occasione del Giorno della Memoria 2010 (27 gennaio) il Comune di Rimini, da molti anni impegnato sul tema dell'educazione alla memoria, propone un ricco programma di iniziative rivolte alle scuole, ma anche a tutta la cittadinanza: testimonianze e incontri di approfondimento, conferenze, appuntamenti teatrali e cinematografici, mostre, viaggi-studio. Un programma che si articola lungo un intero anno scolastico e che, proprio in coincidenza del 27 gennaio, propone alcuni fra i momenti più importanti.

NEL GIORNO DELLA MEMORIA (27 gennaio 2010)
Mercoledì 27 gennaio alle ore 10.30 nel Parco "Ai Caduti nei lager 1943-1945" deposizione di una corona di alloro al monumento dedicato alle vittime dei lager nazisti e di tutte le prigionie. Durante la cerimonia letture di riflessioni e testimonianze di alunni e alunne delle scuole di Rimini.
Alle ore 17, nella Sala del Giudizio del Museo della Città (via Tonini, 1) Gad Lerner , presenta il suo libro Scintille. Una storia di anime vagabonde (Feltrinelli, 2009), viaggio nella memoria familiare dell'autore, occasione per tracciare il ritratto di un'epoca lunga un secolo e una riflessione sulla difficoltà di elaborare il dolore del passato. Ne discute con l'autore Laura Fontana, Responsabile Progetto Educazione alla Memoria del Comune di Rimini.
Alle ore 21 al Teatro degli Atti (via Cairoli, 40) lo spettacolo La banalità del male con Paola Bigatto, tratto dall'omonimo testo di Hannah Arendt, la grande filosofa ebrea tedesca, allieva di Heidegger e Jaspers, emigrata nel 1933 dalla Germania nazista per sfuggire alle leggi razziali. Lo spettacolo, basato quasi integralmente su scritti della Arendt, prende forma come una sorta di lezione frontale, rievocando la conferenza sul processo Eichmann (il gerarca nazista responsabile della deportazione degli ebrei europei verso i centri di sterminio) tenuta dalla filosofa agli studenti dell'Università di Chicago nel 1963. Ingresso unico 8 euro (informazioni e prevendite Teatro Ermete Novelli dalle ore 10 alle ore 14 tel. 0541/24152)


INCONTRI CON I TESTIMONI
Particolare importanza rivestono gli appuntamenti con i testimoni: l'attuale generazione di studenti e studentesse è l'ultima in grado di ascoltare dal vivo il racconto di coloro che vissero la persecuzione durante il nazi-fascismo e la deportazione nei lager. I ragazzi hanno la possibilità di confrontarsi con il punto di vista di chi ha vissuto e patito gli eventi narrati, consentendo loro di dare un volto e una concretezza umana a quell'immane tragedia che è stata la Shoah.
Martedì 26 gennaio, alle ore 9.30, al Teatro degli Atti (via Cairoli, 40) incontro con Cesare Moisé Finzi (riservato alle classi terze delle scuole secondarie di primo grado di Rimini). Introduce Lidia Maggioli, curatrice delle memorie di Cesare Finzi e autrice di "Qualcuno si è salvato ma niente è stato più come prima" (Società Editrice Il Ponte Vecchio, 2008).
Cesare Finzi inoltre presenterà il suo libro Il giorno che cambiò la mia vita (Topipittori, 2009) giovedì 21 gennaio e mercoledì 3 febbraio, al mattino, nella Libreria Viale dei Ciliegi 17. Gli incontri sono rivolti a classi di scuola secondaria di primo grado, su prenotazione.
Nel mese di marzo (venerdì 12) al Teatro Ermete Novelli alle ore 9.30 incontro con Liliana Segre, sopravvissuta di Auschwitz-Birkenau e da molti anni testimone instancabile della memoria della Shoah. L'incontro è riservato alle classi quinte delle scuole secondarie di secondo grado di Rimini. Introduce Laura Fontana, Responsabile Progetto Educazione alla Memoria del Comune di Rimini.

INCONTRI DI APPROFONDIMENTO
Giovedì 25 febbraio alle ore 16 in Cineteca Comunale (via Gambalunga, 27) conferenza di Jean-Yves Potel, storico, specialista della storia dell'Europa centrale e della Polonia dove vive e insegna da molti anni, autore di "La fin de l'innocence. La Pologne face à son passé juif" (2009). Potel interverrà sul tema La memoria della Shoah in Polonia: da una ventina d'anni si assiste in Polonia ad un ritorno doloroso della Shoah nella memoria nazionale, con l'apertura di un vivace dibattito fino a poco prima limitato a ristretti ambiti intellettuali per via delle contraddizioni vissute nel paese, vittima dell'occupazione nazista e testimone del genocidio degli ebrei, perpetrato sul proprio territorio.

CINEMA E MEMORIA
Sempre giovedì 25 febbraio in Cineteca Comunale alle ore 21 (ingresso libero) proiezione del film, in versione originale con sottotitoli in italiano, Alla fine arrivano i turisti (2007) di Robert Thalheim, dedicato ad un giovane di Berlino impegnato in servizio civile, giunto ad Auschwitz per assistere un anziano sopravvissuto che non ha mai abbandonato il campo, dove ripara le valigie abbandonate dalle vittime. Un film che riflette sul difficile rapporto tra storia e memoria. Alla fine della proiezione dibattito condotto da Jean-Yves Potel.

INIZIATIVE COLLATERALI
Fino al 30 gennaio presso la Galleria dell'Immagine in via Gambalunga, 27 è possibile visitare la mostra Lacrime, lupi e tragici topi. Come i fumetti hanno raccontato la Shoah presentata da Unasp Acli: una carrellata di suggestive immagini tratte dai più noti fumetti che hanno affrontato il difficile e tragico tema della Shoah, da "Maus" ad "Auschwitz" da "Anne Frank" a "Yossel". Alla mostra è associato un reading audiovisuale per i ragazzi delle scuole secondarie di primo grado (terzo anno) con una replica aperta a tutti (per informazioni Unasp-Acli tel. 0541/784193). Ingresso libero, con orario di apertura dal lunedì al venerdì dalle ore 9.30 alle ore 12.30 e dalle ore 16 alle ore 19. Sabato solo al mattino. Domenica chiuso.


VIAGGI-STUDIO AI LUOGHI DELLA MEMORIA
Nel mese di maggio si svolgeranno due viaggi-studio ai luoghi della memoria: il primo è a Carpi-Fossoli per le due classi vincitrici del concorso Viaggio verso una cultura dei diritti e dei doveri, in memoria di Vittorio Mascia, con visite del Museo del Deportato politico e razziale e dell'ex campo di internamento e di transito per Auschwitz.
Il secondo ha come meta Cracovia e Auschwitz- Birkenau: parteciperanno gli studenti iscritti al seminario di formazione Come si diventa nazisti? Il Terzo Reich e il genocidio degli Ebrei. Il viaggio-studio avrà come obiettivo la conoscenza della vita della comunità ebraica di Cracovia e lo sterminio degli ebrei d'Europa a Birkenau con visita del complesso concentrazionario di Auschwitz. Il gruppo sarà accompagnato da Shlomo Venezia, ebreo italiano tra i rarissimi sopravissuti dei Sonderkommandos di Birkenau, testimone oculare dello sterminio.

GIORNO DEL RICORDO (10 febbraio 2010)
Per il Giorno del Ricordo, istituito dal Parlamento Italiano in memoria delle vittime delle foibe, dell'esodo giuliano-dalmata, delle vicende del confine orientale, appuntamento lunedì 8 febbraio in Cineteca Comunale (via Gambalunga, 27) con il professor Raoul Pupo, storico e docente dell'Università di Trieste con un incontro di aggiornamento per insegnanti sul tema La violenza sul confine orientale italiano: il problema delle foibe (ore 16) e con un incontro alle ore 21 (sempre in Cineteca Comunale) dedicato al tema La tragedia dell'esodo: una vicenda storica poco conosciuta, al quale parteciperà anche Axel Famiglini, delegato provinciale della ANVGD di Forlì-Cesena (Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia).
Durante la serata verranno proiettati spezzoni di film documentari.

Per informazioni:
Progetto Educazione alla Memoria Comune di Rimini - Servizio Relazioni Esterne (tel. 0541/704203-704292)
progettieducazionememoria@comune.rimini.it
sito internet: memoria.comune.rimini.it

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -