Rimini, gli sconfitti delle primarie Pd. Arlotti: "Lavorerò per Gnassi". Fabbri: "No comment"

Rimini, gli sconfitti delle primarie Pd. Arlotti: "Lavorerò per Gnassi". Fabbri: "No comment"

Rimini, gli sconfitti delle primarie Pd. Arlotti: "Lavorerò per Gnassi". Fabbri: "No comment"

RIMINI - "Andrea Gnassi e' ora il candidato ufficiale del centrosinistra e lealmente faro' parte del suo comitato elettorale contribuendo alle scelte programmatiche ed elettorali". Andrea Arlotti, candidato alle primarie riminesi fermatosi a meno di 400 voti dal traguardo, rende onore al vincitore,  ma dice di non volersi fermare. Precisa in una nota che "il poco tempo a disposizione non mi ha permesso di incontrare tutte le realta' e le persone come avrei voluto, ma il mio impegno non finisce qui".

 

Il consenso, prosegue Arlotti, "personalmente mi appaga, ma sono convinto che questo straordinario patrimonio non possa essere disperso". Nei prossimi mesi ci sara' la lotta decisiva, quella col centrodestra per il Comune: "Nella primavera 2011 dovremo affrontare una sfida impegnativa, il cui risultato non e' scontato. Servira' il contributo di tutti, una proposta di governo e di prospettiva che

sia concreta e coinvolgente, in cui sviluppo e coesione sociale siano i capisaldi", conclude Arlotti.

 

Da parte di Fabbri, invece, in queste ore giunge un secco "no comment, non ho vinto e non parlo". Ieri Fabbri sul suo sito aveva fatto i "complimenti" a Gnassi assicurandogli "sostegno" e mettendo in guardia dai rischi: "L'affluenza bassa, l'elettorato in gran parte di eta' avanzata, la fatica di partecipare sono segnali d'allarme che non vanno sottovalutati", scriveva l'ex presidente della Provincia. Fabbri, dalla scorsa estate impegnato a vario titolo nella partita primarie, aveva rifiutato mesi fa la presidenza della societa' dei congressi riminese, Convention Bureau. (Dire)

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -