Rimini, Gnassi riparte con la campagna per il ballottaggio

Rimini, Gnassi riparte con la campagna per il ballottaggio

Rimini, Gnassi riparte con la campagna per il ballottaggio

RIMINI - E' ripartito il tour elettorale di Andrea Gnassi in vista del ballottaggio del 29-30 maggio. Il candidato sindaco da martedì è impegnato in una fitta serie di appuntamenti quotidiani in tutto il territorio riminese. Programmati numerosi incontri, di mattina nei mercati rionali e in quelli del centro, di pomeriggio in vari punti di aggregazione nei veri quartieri della città e tra la gente comune. In questo tour il candidato sindaco sarà accompagnato dall'entusiasmo dei giovani candidati al consiglio comunale e dagli iscritti dei circoli del PD.

 

Contestualmente a questo ‘porta a porta' in tutto il territorio comunale, giungerà in questi giorni nella case di tutti i riminesi il nuovo folder informativo di Gnassi che riporta il seguente testo: "Questo non è il tempo delle promesse e delle belle parole che evaporano appena chiuse le urne elettorali: è il tempo della serietà. Durante una lunga campagna elettorale si incontra tanta gente, si confrontano le idee e si capisce ancora meglio cosa serve alla nostra città. Oggi io ce l'ho ancora più chiaro: serve uno scatto. Uno scatto in avanti che non si riesce a fare se non si è imparato a correre e che non si fa con l'improvvisazione o con la demagogia. Ci chiede di correre la Rimini che vuole andare avanti e che sa che la modernità non si costruisce con il cemento, ma con il recupero di una qualità urbana dove si possa vivere meglio, respirare meglio, muoversi meglio e incontrarsi meglio. Ci chiede di correre la Rimini che sta facendo fatica, che ha il futuro annebbiato dalla precarietà, che tira la cinghia per arrivare a fine mese e che deve poter contare sulla certezza che vi sia, almeno a livello locale, una protezione sociale come si deve. Ci chiede di correre la Rimini che ha ancora voglia di rischiare, perché sa che a star fermi si va indietro e, se si gestisce una piccola azienda o un'attività in proprio, si ha bisogno di vivere in una città che sia un valore aggiunto e non un luogo come un altro. Ci chiede di correre la Rimini che vuol essere la terra di libertà che è sempre stata, orgogliosa e padrona del proprio destino, non disponibile a piegarsi al potere esterno di turno. Di una cosa sola sono assolutamente certo: Rimini vuole, e merita, un Sindaco libero. Libero di guardare all'interesse della sua comunità e libero di fare le scelte, anche coraggiose, che servono per garantire un futuro migliore a tutti".

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -