Rimini, holding tra aeroporti. Vitali: "Rischio di competizione interna"

Rimini, holding tra aeroporti. Vitali: "Rischio di competizione interna"

Rimini, holding tra aeroporti. Vitali: "Rischio di competizione interna"

RIMINI - "Dubito che leggendo l'insieme delle dichiarazioni che, da Bologna a Rimini, hanno spaziato sul delicato tema del riordino del sistema aeroportuale regionale, un cittadino si sia potuto fare un'idea precisa sulla realtà del processo in corso. E invece, proprio perché stiamo parlando di un interesse centrale per il futuro della nostra area, un po' di chiarezza è necessaria". Il presidente della Provincia di Rimini, Stefano Vitali, fa il punto: "accordo ragionevole basato sui numeri e le potenzialità oggettive"

 

"Il primo aspetto su cui sgombrare equivoci è che la Legge in approvazione, che impegna giustamente la Regione Emilia Romagna ad acquisire quote di partecipazione all'interno di una holding che avvii un processo di integrazione degli scali, rappresenta non l'esito di un processo ma, semmai, uno stimolo, un incentivo. Si individua un problema innegabile: una concentrazione eccessiva di aeroporti a livello regionale ed il rischio reale di disperdere risorse in una competizione interna a tutto vantaggio di altri territori. E si rende disponibile uno strumento (la Legge regionale) che, se si creano le condizioni politiche e industriali, può rappresentare una leva per facilitare un percorso di razionalizzazione".

 

"Uso il termine condizioni politiche nella sua accezione più nobile che, per quanto riguarda l'area provinciale riminese, significa tenere conto di un interesse strategico a poter fare conto su un aeroporto di rango adeguato a sostenere gli investimenti robusti di questi anni per dare ulteriore spinta al turismo fieristico e congressuale".

 

"Ma c'è un secondo aspetto che deve risultare chiaro: noi non difendiamo l'aeroporto di Rimini stando fermi e ragionando in piccolo. - conclude Vitali - E' la realtà dei fatti che impone, se possibile, di trovare un accordo ragionevole (e basato sui numeri e le potenzialità oggettive) tra Rimini e Forlì e, anche a prescindere, di avviare con decisione un processo di privatizzazione ed alleanze su scala più vasta. Questa è l'obiettivo che la Provincia di Rimini individua come necessità imprescindibile per rafforzare e dare prospettiva all'aeroporto Fellini. Un ragionare in grande che significa interpretare le esigenze di sviluppo della nostra realtà ed adottare una vera politica industriale. Fuori da questo orizzonte c'è solo il navigare a vista, un nanismo che porta al declino inevitabile e, dulcis in fundo, il presentare il conto da saldare ai soci".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -