Rimini, i lavori della terza corsia dell'A14 partono con 20 mesi di anticipo

Rimini, i lavori della terza corsia dell'A14 partono con 20 mesi di anticipo

Rimini, i lavori della terza corsia dell'A14 partono con 20 mesi di anticipo

RIMINI - "I lavori procedono velocemente e senza intoppi, ne e' la prova la consegna dei lavori del lotto 1B tra Rimini Nord e Cattolica in anticipo di 20 mesi rispetto a quanto previsto". I tempi per vederla costruita saranno brevi. A rassicurare sulla realizzazione della terza corsia della A14, inserita nella piu' vasta opera Rimini Nord-Porto Sant'Elpidio (155 chilometri; due Regioni, cinque Province e 29 Comuni coinvolti; 2,4 miliardi di euro di spesa), e' a Rimini Gennarino Tozzi, condirettore generale Sviluppo Rete di Autostrade per l'Italia.

 

Nel corso della conferenza stampa "Cantieri aperti" organizzata in Provincia insieme con gli amministratori locali e con la Regione Emilia-Romagna (presente l'assessore ai Trasporti Alfredo Peri), arriva l'annuncio: una parte dell'opera da quasi 500 milioni di euro distesa su 30 chilometri si conta di finirla gia' nel 2012, il resto l'anno successivo.

 

La chiave per risparmiare tempo (sulle gare) rispetto ai tempi previsti inizialmente, secondo Autostrade per l'Italia sta nel decreto Milleproroghe del Governo, che ha consentito di affidare direttamente i lavori alla controllata Pavimental. Durante i lavori verranno garantite le attuali due corsie per senso di marcia. Per quanto riguarda le tariffe, Autostrade assicura che verranno adeguate di volta in volta "solo ad opera realizzata". Sull'adeguamento dei singoli caselli, invece, Tozzi

non immagina "nulla di significativo".

 

Qualcosa da dire il condirettore ce l'ha sul tema degli espropri tra Rimini e Cattolica: "Possono essere accettati o meno. E' chiaro che rappresentano un atto doloroso per chi li subisce, ed e' giusto che ci siano comitati che rivendicano i loro diritti. Ma ricordo- scandisce Tozzi- che gli espropri sono governati secondo la legge, e noi la seguiamo". Peri, invece, si rammarica del mancato finanziamento da parte dell'Anas "di almeno un lotto della Statale: speravamo di partire in concomitanza con A14 e Ss 16, contiamo che gli impegni in futuro vengano rispettati".

 

Sostanzialmente, senza l'intervento sulla Statale, sara' piu' facile arrivare a Rimini ma sara' piu'

difficile uscire dall'autostrada. Nel dettaglio dei lavori sul tratto riminese, il lotto A1 puo' essere terminato entro la fine del 2012 con 6 mesi di anticipo rispetto alla data contrattuale (maggio 2013): al momento, infatti, si registra un anticipo di 2 mesi rispetto al programma di lavoro. L'intervento, al momento completato al 18%, amplia un tratto di 1,2 chilometri e costa 81,2 milioni di euro: viene

riqualificata la galleria Scacciano e se ne costruisce una provvisoria da destinare successivamente all'Anas (si aggiunge l'ampliamento di 8 opere minori e l'installazione di 200 metri di barriere fonoassorbenti).

 

Il lotto B1 (413,8 milioni di euro per 27,8 chilometri) programma l'adeguamento di 8 ponti, una nuova galleria a Covignano, l'ampliamento di 84 opere minori, il rifacimento di 28 cavalcavia, 23 chilometri di barriere fonoassorbenti, il rifacimento della stazione di Rimini. Il completamento lo si prevede per il febbraio del 2014 (45 mesi di durata), ma anche in questo caso Autostrade conta di chiudere 6 mesi prima. Tozzi, in definitiva, promette "un'autostrada piu' fluida, piu' sicura e con minor impatto ambientale".

 

Il presidente della Provincia riminese, Stefano Vitali, ha aperto l'incontro di rilevando che "in un

momento di crisi generale, in cui vengono spesso imputati alla pubblica amministrazione inefficienza e lentezza, noi ci troviamo quale interlocutore un soggetto che addirittura anticipa i tempi di consegna". Vitali ha concluso evidenziando la "strategicita'" della terza corsia: "Ma non siamo indifferenti verso gli altri cantieri dell'intero sistema viario regionale. La 'raggiungibilita'' e' un segno dello stato di salute di un Paese". (Dire)

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -