Rimini, il defibrillatore 'salvavita' di due turisti in spiaggia

Rimini, il defibrillatore 'salvavita' di due turisti in spiaggia

Rimini, il defibrillatore 'salvavita' di due turisti in spiaggia

RIMINI - Alcuni giorni fa un bagnante di 77 anni si è accasciato accanto all'ombrellone, colto da arresto cardiaco, al bagno 23 di Rimini. Un'infermiera si trovava poco lontano ed ha iniziato il massaggio cardiaco. Immediato l'allarme al 118, ma anche al Salvataggio del Consorzio Operatori Balneari, che copre 38 dei bagni della spiaggia di Rimini. Il salvataggio è stato possibile anche grazie all'utilizzo del defibrillatore automatico a disposizione dei bagnini in spiaggia.

 

Di turno nella zona come marinaio di salvataggio, il giovane  Lorenzo Benedettini, che è balzato dalla torretta col defibrillatore semiautomatico (Dae) in dotazione e si è precipitato sul posto (tra l'altro fratturandosi un dito di un piede durante la corsa). La prima scarica ha fatto ripartire il cuore, che però poco dopo si è fermato di nuovo. La seconda scarica è stata risolutiva. E' quindi  arrivato il 118 che ha provveduto a stabilizzare il paziente e a portarlo all'Ospedale di Rimini, dove è stato ricoverato in Cardiologia (diretta dal dottor Giancarlo Piovaccari). Il paziente è stato ora dimesso dopo i provvedimenti del caso.

 

Esito positivo anche per un turista lombardo, 72 anni, che alcuni giorni dopo, mentre ballava al bagno 31 di Viserba alle ore 22 circa, è stato colto da arresto cardiaco. Se n'è accorto un altro turista, il dottor Giuseppe Ciancamerla, cardiologo di Aosta e abituale ospite di Viserba. Ha dato l'allarme al 118, mantenendolo poi in vita con massaggio cardiaco e respirazione artificiale fino all'arrivo del 118. Anch'egli si è salvato ed è stato già dimesso dalla Cardiologia, senza danni neurologici.

 

La aree di spiaggia di Rimini protette anche con la presenza dei DAE sono 40 ( comprese la spiaggia libera del porto). L'elenco dei DAE già disponibili nella Provincia di Rimini si può consultare nella prima pagina del sito www.auslrn.it (nella foto allegata al presente comunicato: il "primo salvato", Lorenzo Benedettini, il dottor Antonio Destro, Responsabile del Progetto Riminicuore che promuove la cultura del soccorso cardiorianimatorio nella nostra provincia)

 

Da sempre Rimini, col progetto "Riminicuore D", è all'avanguardia sul tema della defibrillazione precoce, grazie all'impegno dello stesso dottor Destro, tanto che dei DAE operativi sul territorio di Rimini sono un centinaio dislocati in strutture balneari, in scuole di vario ordine e grado, in strutture sociali e sanitarie private e pubbliche, in strutture sportive e gli operatori abilitati ad utilizzarli sono ormai migliaia. Per di più adesso, in virtù di una nuova legge nazionale varata pochi giorni fa, la dotazione di defibrillatori in vari ambiti di pubblico servizio diverrà obbligatoria. In più, sul fronte della formazione specifica all'uso del defibrillatore, il consigliere regionale Roberto Piva è al lavoro per far rifinanziare la legge sulla formazione all'uso dell'apparecchio salvavita.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -