Rimini, il giallo della gamba mozzata. Inchiesta per omicidio e distruzione di cadavere

Rimini, il giallo della gamba mozzata. Inchiesta per omicidio e distruzione di cadavere

Rimini, il giallo della gamba mozzata. Inchiesta per omicidio e distruzione di cadavere

RIMINI - Quello di via Monte L'Abbate è un giallo pieno di interrogativi. La Procura di Rimini ha aperto un fascicolo contro ignoti per omicidio e distruzione di cadavere dopo il macabro ritrovamento sabato sera di una gamba mozzata. Secondo i primi esami non è stata la mano di un chirurgo a staccare la gamba sinistra all'altezza del ginocchio. Si attendono gli esiti dell'autopsia che il pm Irene Lilliu ha affidato al professor Adriano Tagliabracci dell'università di Ancona.

 

Il resto potrebbe appartenere ad una persona scomparsa. Per questo motivo la segnalazione del ritrovamento è stata inviata a tutte le forze dell'ordine del Paese. Difficilmente si arriverà alla risoluzione del giallo in quanto in Italia non esiste una banca dati genetica. Gli agenti hanno attribuito il resto ad un uomo in quanto il piede ha una taglia 42-43.

 

Ma non è da escludere che la gamba possa appartenere anche ad una donna. L'autopsia servirà a fissare anche una data approssimativa della morte. A quanto pare risalirebbe a circa due mesi fa. Per il momento l'unico punto fermo dell'inchiesta è che la gamba è stata recisa con una lama seghettata e ben affilata.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -