Rimini: il gioco torna in Fiera con Enada Primavera

Rimini: il gioco torna in Fiera con Enada Primavera

Rimini: il gioco torna in Fiera con Enada Primavera

Rimini - Mercoledì a Rimini Fiera alza il sipario sulla 22esima edizione di ENADA PRIMAVERA, la manifestazione di SAPAR che la Spa riminese organizza col patrocinio di AAMS, il supporto di EUROMAT e la collaborazione di ASCOB, FIDART, ANESV, S.I.CON. ENADA è un appuntamento irrinunciabile per gli operatori del comparto gaming e amusement. Il taglio del nastro sarà affidato al presidente SAPAR, Raffaele Curcio e al presidente di Rimini Fiera, Lorenzo Cagnoni.

 

"La Mostra Internazionale degli Apparecchi da Intrattenimento e da Gioco - spiega Simone Castelli, direttore della Business Unit di Rimini Fiera cui afferisce l'evento - si svolge ancora una volta nel quartiere fieristico riminese fino al 20 marzo. Infatti, dopo il positivo debutto della cadenza infrasettimanale dello scorso anno, ENADA PRIMAVERA si ripropone dal mercoledì al sabato"

 

Quattro giornate in cui si incontreranno tutti i protagonisti del mondo dei giochi in un´ottica di business to business: esercenti di sale pubbliche da gioco; sale attrazioni, biliardo, bingo, pub, bar, ristoranti, locande, resort, stabilimenti balneari, parchi tematici, parchi giochi, FEC (Family Entertainment Center). Inoltre costruttori, gestori, noleggiatori, tecnici e riparatori di apparecchi da intrattenimento e da gioco, automatici e non; operatori per la raccolta del gioco, VLT, esercizi che raccolgono scommesse; centri commerciali, circoli privati, enti collettivi. Insomma, uno sguardo a 360° sul business del divertimento.

 

Reduce dalla straordinaria edizione romana (13.371 operatori, +19% sul 2008) e dalla precedente ottima ultima edizione primaverile (25.545 operatori, +1.5% sul 2008), ENADA PRIMAVERA 2010 ha riscosso l'adesione di grandi marchi internazionali leader del mercato.

 

Un successo che deriva dalla massiccia campagna promozionale e dagli accordi di partnership stretti con  manifestazioni quali ATEI e IGE di Londra, oltre che dai proficui incontri organizzati a IAAPA e G2E di Las Vegas.

"La grande adesione alla proposta commerciale - dice Gabriella Zoni, project manager di ENADA PRIMAVERA - ha imposto l'ampliamento dell'area espositiva, che è infatti passata da 6 a 8 padiglioni di Rimini Fiera".

 

La superficie occupata si estenderà così su oltre 40 mila metri quadrati e vedrà la presenza di oltre 400 aziende, tra dirette e rappresentate. Tutte le novità del settore, sempre in continua evoluzione, verranno affrontate con specifici convegni ed eventi.

 

CONVEGNI

 L'incontro di giovedì 18 marzo, organizzato da JEA srl per conto dell'Associazione ASCOB dei concessionari del Bingo, è programmato intorno al quesito posto dal titolo stesso dell'evento: "Tra online e vlt quale futuro per le sale Bingo?". Alle ore 11, presso la sala Diotallevi, gli operatori si confronteranno sulle questioni poste dall'evoluzione del mercato e delle norme di riferimento alla presenza della dottoressa Elisabetta Poso, dirigente responsabile dell'Ufficio 11 AAMS per il gioco del Bingo. Salvatore Barbieri, presidente ASCOB, presenterà il bilancio delle attività nel corso dell'ultimo anno, gli obiettivi raggiunti e le criticità più evidenti. Insieme ad Italo Marcotti, presidente FEDERBINGO, affronterà le diverse problematiche dimostrando quanto piccole siano le differenze tra le politiche associative quando è il bene del socio lo scopo comune. Massimo Ruta, Country Manager Gruppo CODERE Italia, parlerà delle piattaforme online e con Antonio Porsia, presidente di HBG Group disegnerà il nuovo scenario per la sale Bingo dopo l'introduzione delle VLT. Infine, all'avvocato Stefano Sbordoni il compito di spiegare gli eventuali punti oscuri della normativa antiriciclaggio e dell'art. 88 del TULPS, nonché la contraddizione dell'offerta online per le sale. A moderare il convegno Fabio Felici (AGICOS) e Maurizio Brodo (Jamma).

 

"Newslot. raccoglitori e concessionari, sinergie per un gioco automatico più sicuro" è invece il tema dell'evento in programma per il pomeriggio di giovedì 18 marzo, ore 15, in sala Diotallevi. Un'occasione di confronto costruttivo tra gestori e concessionari. Confermata la partecipazione del dirigente responsabile dell'Ufficio 12 di AAMS, Armando Iaccarino. Al dibattito prenderanno parte come relatori: Vitaliano Canalone, presidente di GAMENET; Maurizio Ughi, presidente di SNAI; Antonio Porsia, presidente HBG Group; Raffaele Curcio, presidente SAPAR. Sono stati invitati, inoltre, i rappresentanti di ACADI, BET PLUS e LOTTOMATICA.

 

Awedacity Ltd ha scelto la fiera riminese per organizzare una conferenza sull'avvento delle 'Videolotterie' in Italia. La conferenza si terrà il 19 marzo, in sala Ravezzi (ore 9 - 18), e avrà la forma di un seminario di un'intera giornata. Sul palco dei relatori si alterneranno esperti del settore, scelti unicamente per le loro competenze, in grado di dare delucidazioni sullo sviluppo della normativa vigente e l'ingresso in Italia di tali nuove tecnologie. Tra gli speaker figureranno illustri rappresentanti dell'ente regolatore del gioco AAMS, del suo partner tecnologico SOGEI, amministratori delegati di concessionari Italiani e fornitori di piattaforme internazionali.

 

Ad ENADA si presenta Cna Play Areas, una nuova associazione patrocinata da CNA FORLI CESENA e da CNA Produzione Nazionale, formata da ditte produttrici/importatrici di giochi gonfiabili, noleggiatori di giochi gonfiabili e gestori aree gioco attrezzate. Per l'occasione Cna Play Areas organizza  - ancora il 19 marzo, alle ore 10.30 in sala Tiglio, padiglione A6, ingresso Ovest - un incontro di approfondimento sul Decreto 18 maggio 2007 inerente "Norme di sicurezza per le attività di spettacolo viaggiante" e sulla Circolare del 1 dicembre 2009, che ha emendato il Decreto stesso.

 

Il Decreto, spiega CNA, è oggetto di numerose contestazioni, anche giudiziali, e ha imposto una serie di procedure che riguardano la registrazione e l'ottenimento del codice identificativo delle medesime, con gravi conseguenze sul settore.

In particolare, allo stato, le attrazioni che non hanno richiesto il codice entro il 12 dicembre 2009 sarebbero da considerarsi illegittime e fuori mercato, stante l'impossibilità, sancita dal Decreto e dalla Circolare, di procedere alla registrazione oltre la data appena detta. Il problema è molto grave solo se si pensi al numero di giochi presenti negli stabilimenti balneari della costa romagnola o, anche, nelle aree gioco attrezzate nei parchi, nei centri commerciali ecc., tutti prodotti che, attualmente, dovrebbero essere ritirati.

 

Cna Play Areas, con l'intervento dell'avvocato Cristina Pozzi, discuterà del tema, soffermandosi in particolare sulle azioni giudiziali intraprese dall'Associazione (Ricorso TAR Lazio, Segnalazione alla Commissione europea), nonché passando in rassegna i provvedimenti adottati dalla varie Commissioni provinciali di vigilanza, che hanno richiesto requisiti molto diversi, con gravi effetti sulla concorrenza e sul mercato. All'incontro, che sarà aperto dall'imprenditore del settore Andrea di Betta, titolare della Golden Games, parteciperanno anche esperti e rappresentanti della CNA Confederazione Nazionale dell'Artigianato e della Piccola e Media Impresa.

 

MOSTRE

ENADA PRIMAVERA ospita l'associazione no-profit TILT!, fondata a Bologna da un gruppo di appassionati di apparecchi a moneta (principalmente flipper e videogiochi, ma anche juke-boxes, slots antiche ed altro) per dare ufficialità alle loro attività di ricerche storiche su queste macchine. 

A ENADA PRIMAVERA l'associazione Tilt!, alla quale SAPAR ha concesso il proprio patrocinio, presenta il progetto di un Museo del Gioco Automatico già inoltrato al Comune di Bologna e parte della propria collezione (padiglione A1, stand 30).

 

Alla TOTEM SAIL (padiglione C7 - stand 149), si può invece ammirare una nuova tappa del percorso espositivo dedicato al gioco da Amato Patriarca, artista formatosi a Milano, dove ha fatto le prime esperienze di pittore, disegnatore di moda e di costumi. Patriarca ha quindi seguito il proprio istinto di inesausto viaggiatore e accumulatore di culture spostandosi tra Europa, America, Australia, Indonesia, imponendosi all'attenzione di pubblico e critica grazie soprattutto all'originalità della sua tecnica pittorica con la quale trasferisce su tela lo stile della pubblicità e della grafica. Il tema dell'esposizione di quest'anno è "Vincita d'autore & Giochi d'artista". La mostra, ed il relativo catalogo, vogliono anche sottolineare lo sforzo e l'impegno di Totem Sail, di AAMS, dei Provider e dei Concessionari a supporto del gioco e dello sport e, allo stesso tempo, dimostrare il valore dell'intrattenimento inteso come elemento importante del nostro essere quotidiano.

  

Anche quest'anno è di grande richiamo la mostra di apparecchi da gioco e da intrattenimento d'epoca della collezione Morlacchi, una ventina di apparecchi esposti al padiglione C1 (stand 108). Qualche esempio per invogliare alla visita? Compie cent'anni la wheel machine Mills "Commercial Ben Hur", che trovava posto nei saloon di San Francisco all'epoca della corsa all'oro. Tra le altre slot machine esposte la Watling Rol-A-Top del 1935, la più diffusa e famosa degli anni Trenta, la Daval Gum Vender del 1933, una tra le più piccole mai prodotte, la Jenning "Sun Chief" del 1948, la più usata nei primi casinò di Reno e Las Vegas. E poi il piano automatico Nickelodeon Stafford, con all'interno "un'orchestra" di 8 strumenti, il juke box coi dischi a 78 giri "Pla-Mor" del 1948 prodotto dalla Packard, azienda di proprietà di Homer Capehart, Senatore repubblicano degli Stati Uniti dal 1944 al 1962, o i più conosciuti Seeburg "V200" del 1955 o l'Ami "Continental 2" del 1962, che consentono di ripercorrere le tappe dell'intrattenimento sonoro. Da ammirare i flipper: da  quelli fine anni Cinquanta come il "Jig Saw" Williams del 1957, anno in cui in Italia vennero proibiti in quanto considerati giochi  d'azzardo, sino a quelli di metà anni Sessanta come il Gottlieb "World Fair". In evidenza un tiro al fucile Midway "Duck Hunter" degli anni Settanta.

Pompe di benzina dei distributori americani degli anni '40 e '50, frigo a pozzetto della Coca-Cola e complementi e oggetti d'arredo fanno da cornice a una delle più belle e uniche collezioni di questo genere.



Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -