Rimini, il nuovo vice-sindaco è Antonio Gamberini

Rimini, il nuovo vice-sindaco è Antonio Gamberini

Alberto Ravaioli

RIMINI - Il nuovo vice sindaco di Rimini e' Antonio Gamberini, che ricoprira' in toto tutte "le deleghe e le competenze" del neo assessore regionale Maurizio Melucci, il quale tra pochi giorni scrivera' la sua lettera di dimissioni. Al settore urbanistico, al posto di Gamberini, ecco Roberto Biagini, l'ormai ex assessore a Sicurezza e Polizia municipale. Deleghe, queste ultime, che assumera' direttamente il sindaco Alberto Ravaioli.

 

Le due principali frontiere dell'amministrazione, Piano strutturale e Piano strategico, d'ora in poi saranno seguite in tandem da Ravaioli e da Gamberini. Nessuna traccia di Antonella Beltrami, l'attuale assessore a Bilancio e Cultura da piu' parti accreditata per qualche nuovo incarico. Nessun cenno, infine, all'assessore Prc alle Risorse e Immigrazione Vittorio Buldrini, che dunque potra' continuare il suo lavoro nonostante la sfiducia del partito che lo ha indicato.

 

E' questo il quadro del 'rimpastino' di Giunta che Ravaioli comunica ufficialmente oggi dopo la nomina, ormai dieci giorni fa, del suo ex braccio destro Melucci in Regione. L'atteso comunicato sfornato da palazzo Garampi rilascia qualche sorpresa. Anzitutto, per la forma quasi a scatola cinese

del passaggio di consegne: le deleghe di Melucci a Gamberini, quelle di Gamberini a Biagini, quelle di Biagini (che dunque perde gli incarichi per cui era stato ribattezzato "sceriffo") al sindaco.

 

Gamberini, che ai piu' era parso restio a lasciare il lavoro sul Piano strutturale per assumere quello sul Piano Strategico, puo' 'consolarsi' con la rassicurazione che i due progetti verranno seguiti con la collaborazione dello stesso Ravaioli. Il primo cittadino, si legge nel comunicato della Giunta, ha scelto il franceschiniano Gamberini "in considerazione del rapporto di grande stima e per la lunga collaborazione avuta con lui in oltre un decennio di legislatura". Rapporto "esistente peraltro con tutti gli assessori", precisa comunque Ravaioli.

 

L'ex assessore a Psc e Territorio assumera' completamente le competenze e le deleghe di Melucci: Turismo, Piano Strategico e innovazione turistica strategica, Marketing territoriale, Attivita' economiche, Servizi amministrativi e di Sportello alle imprese, Demanio. A Biagini, nel dettaglio, vanno allora Politiche della programmazione e pianificazione del territorio, Piano Strutturale, Edilizia privata, Espropri.

 

Sulle due scadenze progettuali fondamentali, l'amministrazione rimarca cosi': "Sara' compito del sindaco e del vice sindaco seguire di comune accordo i due elementi progettuali di maggiore impegno per l'amministrazione comunale, ossia Piano strutturale e Piano strategico, per fare in modo che la loro sinergia sia garantita per la rimanente parte della legislatura". (Dire)

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -