Rimini, il Palacongressi sarà consegnato entro giugno e costerà cento milioni

Rimini, il Palacongressi sarà consegnato entro giugno e costerà cento milioni

Rimini, il Palacongressi sarà consegnato entro giugno e costerà cento milioni

RIMINI - Il nuovo palacongressi di Rimini? "Con gli arredi verra' consegnato entro giugno. Dovremmo inaugurarlo l'11 settembre 2010, alla cerimonia inviteremo il presidente del Consiglio, il ministro del Turismo, il presidente della Regione. Le statistiche Ance ci dicono che per le altre opere piu' o meno di questo genere in Italia i tempi medi di realizzazione si sono attestati intorno ai 10 anni. Noi siamo partiti nel 2007". Il presidente di Rimini Fiera, Lorenzo Cagnoni conferma la tempistica per la realizzazione del nuovo Palas.

 

Per quanto riguarda i costi, invece, si superano abbondantemente i 100 milioni di euro. Anzitutto c'e' la partita degli interessi per l'anticipo versato da Unicredit: con il mutuo ventennale, dagli iniziali 32 milioni di euro si arriva a 46. Sull'incremento dello spread, dallo 0,90% al 2,14% di oggi,  Cagnoni ha riconosciuto che la cifra attuale "e' un valore tutt'altro che basso, ma sul mercato non c'erano alternative".

 

Oneri finanziari a parte, il contenzioso tra la ditta realizzatrice e Rimini Fiera porta a quasi piu' 6,5 milioni di progettazione. Infine, il fronte immobiliare con le aree da alienare (l'introito previsto era di circa 24 milioni di euro): la zona dell'ex mercato ortofrutticolo (di proprieta' della Fiera) e i 9 mila metri quadri in via Simonini, di fronte al nuovo palazzo congressuale. Il calo del mercato immobiliare ha causato un deprezzamento di circa 3 milioni di euro rispetto al 2007.

 

In compagnia dei suoi tecnici e in presenza del sindaco Alberto Ravaioli, Cagnoni ha ripercorso

passo dopo passo -tra contenziosi, varianti in corso d'opera, impennate nei costi- le vicissitudini che hanno colpito il palazzo congressuale (avrebbe dovuto essere pronto per il congresso nazionale della Cgil la prima settimana di maggio). "Se questo Consiglio riuscira' ad inaugurare il nuovo palacongressi l'11 settembre, sara' un grande risultato", ha detto Ravaioli.

 

Complessivamente, nella nuova struttura ci saranno a disposizione 30 mila metri quadrati al piano

superiore, 20 mila metri quadrati al piano inferiore. In quest'ultimo i posteggi auto saranno 500. Sui livelli del futuro palazzo riminese in Italia ci sarebbe solo il Centro congressi Italia di Roma con una capienza pari a 9.300-9.500 posti: "I primi due anni saranno di start-up, quando l'opera sara' a regime contiamo di arrivare alle 540 mila presenza annue contro gli attuali 170-200 mila", ha sottolineato il presidente di Rimini Fiera parlando di "obiettivo alla nostra portata".

 

Ora, come prevede il terzo supplemento di accordo discusso oggi in commissione, via libera alla "lettera di patronage" che i tre soci della societa' mutuataria Rimini congressi srl (Comune, Provincia, Camera di commercio) invieranno a Unicredit il 22 giugno. "La banca ha voluto essere prudentissima e abbiamo dovuto dare un'accelerata", ha osservato il sindaco rispetto all'iter che probabilmente sfocera' in aula, dopo un altro passaggio in commissione, il 10 giugno. Tra gli altri step imminenti, entro il 30 giugno i soci verseranno 3 milioni di euro a testa a Rimini congressi per il futuro aumento di capitale sociale. In generale, Rimini congressi dovra' sostenere 68.111.000 euro di aumento di capitale sociale che la societa' del palazzo dei congressi in parte (32 milioni di euro) per completare i lavori del Palas. (Dire)

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -