Rimini, il Pdl cerca il candidato per le comunali. Renzi: ''Formica? Inaccettabile''

Rimini, il Pdl cerca il candidato per le comunali. Renzi: ''Formica? Inaccettabile''

Rimini, il Pdl cerca il candidato per le comunali. Renzi: ''Formica? Inaccettabile''

RIMINI - "Entro i primi di dicembre, ma magari anche entro novembre". I due vertici del Pdl riminese, il coordinatore provinciale Marco Lombardi e quello comunale Oronzo Zilli, di sicuro sono d'accordo sulla deadline per trovare il candidato sindaco da lanciare alle comunali del 2011 nel capoluogo. Sfumata ormai definitivamente l'imprenditrice Linda Gemmani, il profilo "civico-cattolico" tanto desiderato dai berlusconiani si incarna oggi in due figure.

 

Da un lato c'e' l'avvocato Matteo Guaitoli, amministratore dell'istituto "Maccolini". Dalla sua ha la benedizione della Curia (in primis del vescovo Francesco Lambiasi, che avrebbe speso una buona parola per lui per inserirlo tra gli organi direttivi della Fondazione Carim), che in questa fase assiste sempre con attenzione alla probabile ricomposizione dei cattolici ex Pd (il gruppo guidato dall'ex parlamentare Ermanno Vichi) con quelli pidiellini.

 

"Oggi si parla di Guaitoli, espressione del mondo cattolico, e su questo nome- spiega Zilli nel corso della trasmissione 'Tempo Reale'- stiamo riflettendo: sono in atto confronti anche per valutare se i programmi sono uguali". In realta', pare che i tempi non siano proprio maturi dato che il diretto interessato in agenda non avrebbe ancora segnato alcun confronto col partito. Di piu': avrebbe gia' esternato qualche indisponibilita'. "Non diamola come una cosa gia' fatta, siamo ancora alle fasi iniziali", ragiona infatti Lombardi in queste ore.

 

Il sogno, del resto, e' un altro: il vice presidente di Confindustria Mario Formica. Il presidente della Piccola Industria a Rimini, infatti, da tempo viene corteggiato e ancora non si e' pronunciato ufficialmente. Un appuntamento utile in tutte le direzioni lo offrira' un convegno a Palazzo Buonadrata, proprio la sede della Fondazione Carim, venerdi' 12 novembre alle 17.30. In scena ci sara' "Tra sussidiarieta' e federalismo fiscale: il contributo delle economie locali per lo sviluppo del paese", con relatore Luca Antonini, presidente della commissione di studio sul federalismo fiscale insediata alla presidenza del Consiglio dei ministri. Nel weekend e' previsto pure il coordinamento regionale del Pdl, ma a quanto pare si parlera' piu' che altro di congressi locali.

 

Chi mette le mani avanti e', di nuovo, il vice coordinatore provinciale del Pdl Gioenzo Renzi: "Basta con questi perfetti sconosciuti. Formica, o chi per lui, rappresenta una candidatura inaccettabile. L'unico candidato che gode di un consenso popolare vero e proprio e' e resta Renzi, oltre a me c'e' il vuoto. Lombardi sta facendo perdere mesi preziosi, l'amministrazione uscente e' in difficolta' ma non ne approfittiamo".

 

Il sondaggio proposto dall'ex consigliere regionale An, pero', pare definitivamente accantonato: "Il sondaggio lo abbiamo gia' fatto con le ultime elezioni", sferza Lombardi che in molti nel Pdl continuano comunque a vedere come una alternativa piu' che buona all'eventuale indisponibilita' dei civici. Anche Zilli, a sua volta ex An, rimane fedele alla soluzione esterna: "L'interocentro destra (Pdl e Lega) a Rimini raggiunge il 45% e per  vincere ci vuole il 51.

 

Quindi un candidato cattolico che con la sua lista riuscisse a raccogliere tra il 3 e il 5% sposterebbe di fatto il 7 o 8% di voti. Vale a dire il numero necessario a vincere la sfida elettorale". Con una precisazione: "Non e' sufficiente un nome qualsiasi della societa' civile. Non siamo disposti a candidare chiunque purche' non faccia politica. Se troveremo un candidato 'non politico' sul quale convergere - sostiene il coordinatore comunale- lo faremo ma questo non vuol dire che non si stiano valutando anche nomi all'interno della politica". (Dire)

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -