Rimini, il primo semetre della Polizia Provinciale: 32 denunce

Rimini, il primo semetre della Polizia Provinciale: 32 denunce

RIMINI - La sicurezza stradale, la salvaguardia del patrimonio faunistico e la tutela ambientale sono le tematiche prioritarie sulle quali sono condensati i compiti di controllo e vigilanza del Corpo di Polizia Provinciale, finalizzati a proteggere il territorio da qualsiasi forma di illecito. Nel primo semestre del 2010 il Corpo, composto da 10 agenti compreso il Comandante, ha accertato 32 notizie di reato di cui 19 per guida in stato di ebbrezza e per guida senza patente, tre per esercizio venatorio con mezzi vietati, tre per porto ingiustificato di armi improprie e per detenzione di armi in luogo diverso da quello denunciato, sei per furto e danneggiamento, uno per smaltimento illecito di rifiuti inerti.  Sono stati effettuati otto sequestri penali riguardanti veicoli ed armi.

 

Le violazioni amministrative contestate sono state 255 così ripartite: 192 per violazioni al codice della strada; 54 violazioni in materia di caccia; 7 per violazioni a tutela dell'ambiente; 2 per detenzione di stupefacenti per uso personale. Nell'ambito dei procedimenti per violazioni al codice della strada sono state ritirate 25 patenti per guida in stato di ebbrezza e con patente scaduta di validità e 25 carte di circolazione per omessa revisione periodica del veicolo.

 

A tutto questo vanno aggiunte, oltre ai servizi di rappresentanza, le attività di controllo e vigilanza sul corretto svolgimento dell'esercizio venatorio, la partecipazione a piani di controllo del cinghiale per il contenimento dei danni, sopralluoghi agli appostamenti fissi di caccia e la rivisitazione dei confini degli istituti faunistici del Montefeltro, territorio annesso recentemente alla Provincia di Rimini. Attraverso il sistema di rilevazione dei fenomeni di degrado extraurbano denominato RIL.FE.DE.UR sono state inoltrate dalla cittadinanza e dal Raggruppamento GEV 63 richieste di intervento di cui 52 chiuse per gli aspetti di competenza e 11 risolte direttamente.

 

Spetta altresì al Comando di Polizia Provinciale il compito di coordinamento delle guardie volontarie ittico venatorie, ambientali ed ecozoofile, comparto che diventa quindi uno strumento essenziale ed imprescindibile per assicurare in modo organizzato una presenza sul territorio anche nei momenti di criticità della vigilanza d'istituto. I volontari hanno accertato e contestato complessivamente 19  violazioni amministrative in materia di caccia e pesca. 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -