Rimini, il sindaco boccia la maxi-provincia romagnola e frena su Area vasta

Rimini, il sindaco boccia la maxi-provincia romagnola e frena su Area vasta

Alberto Ravaioli-2

RIMINI - "Questa idea del sindaco di Forli' che vuole unire Forli', Cesena e Ravenna, senza Rimini, da un certo punto di vista mi fa contento", anche perche' "io sono contrario alla Regione Romagna". Il sindaco di Rimini, Alberto Ravaioli, commenta cosi' l'idea del primo cittadino forlivese, Roberto  Balzani, di unificare le province di Forli'-Cesena e Ravenna, come progetto alternativo alla regione Romagna e per creare un coordinamento tagliando i costi delle province. Per Balzani, Rimini entrerebbe in un secondo momento, conclusa la prima fusione.

 

Ravaioli, intervistato sull'argomento in esclusiva sull'agenzia Dire, invece, è il "confronto quotidiano" deve essere portato avanti "con tutta la regione emiliano-romagnola: non possiamo chiuderci in un momento in cui le frontiere si aprono". Il primo cittadino riminese, che affronta il tema nell'intervista alla "Dire", parte dalle affinita': "I rapporti si sono stretti in tanti settori, come nel caso dell'Area Vasta Romagna per quanto riguarda la sanita'. Abbiamo realizzato la gestione del patrimonio pubblico delle acque, le societa' delle fonti. Stiamo facendo la societa' Star Alliance del trasporto pubblico regionale. Abbiamo il polo universitario romagnolo".

 

Ma se "ci sono tanti elementi che ci uniscono" ce ne sono "tanti altri ancora che ci separano e ci diversificano", tira le somme Ravaioli. Quali le differenze? "Penso ad esempio alla capacita' del nostro territorio, che altri non possiedono, di investire in alcuni settori come quello del turismo, delle Fiere e dei congressi. Penso alle problematiche del trasporto aeroportuale. Penso all'Universita', rispetto a cui la mia posizione e' quella di mantenere la valenza delle quattro realta': Rimini, Ravenna, Forli' e Cesena".

 

Insomma, quello in corso per il sindaco di Rimini e' "un cammino di maturazione che ancora non si e' completato, e voler affrettare i tempi credo sarebbe sbagliato". Un secondo colpo, Ravaioli lo riserva all'area vasta: "Io ho sempre espresso qualche perplessita' sul modello dell'Area Vasta Romagna. Piu' volte ho preso posizione, come politico e come tecnico, dicendo che questo modello deve essere rimodulato". Il modello sanitario dell'Area Vasta romagnola è finito tra l'altro di

recente nel mirino della magistratura per un'inchiesta sull'appalto del laboratorio analisi di Pievesestina

 

Ravaioli, primario di Oncologia a Rimini, sostiene che nell'Area vasta ci sia "una concentrazione eccessiva dei servizi super-specialistici: svuotare gli ospedali di queste professionalita' significa svuotarli di un contenuto di conoscenza e cultura". E negli ospedali, rimarca il primo cittadino riminese, "non si puo' fare assistenza se non c'e' conoscenza, se non c'e' cultura, se non c'e' ricerca". (Dire)

Commenti (8)

  • Avatar anonimo di rob
    rob

    Scusate ma queste idee di Balzani sanno tanto di politichese senza pensare ai problemi quotidiani di tutti i giorni e la loro reale soluzione; il pensare oltre senza risolvere il presente non è corretto perche illusorio per la popolazione, benpensante nella sua formalità quanto scarso nella sostanzialità.

  • Avatar anonimo di il vichingo
    il vichingo

    Rimini è una realtà a se stante..... come tutte le altre provincie d'italia.... Ma credo che abbia piu interessi in comune con Ravenna e Forlì che con Parma e Piacenza. Sicuramente un governo a Bologna non puo essere a conoscenza di tutte le problematiche della Romagna.... è ovvio che i nostri amministratori vedano il federalismo come il fumo negli occhi.... dopo se mancano i soldi la colpa è la loro che li hanno gestiti male.... W la Romagna

  • Avatar anonimo di mattep
    mattep

    Rimini è una realtà a se stante. Abbiamo poco a che spartire con l'Emilia ma sinceramente non ci sono neanche tanti punti in comune con le altre realtà romagnole. In un certo senso ha ragione Lepidus anche se per me la cosa ha una valenza più positiva di come la mette lui: Rimini è città di frontiera, un porto di mare. Ma che senso ha staccarsi dall'Emilia per finire sotto Forlì? Bisognerebbe fare allora una regione "Provincia di Rimini"! A parte gli scherzi penso che un po' più di considerazione di Rimini e della sua realtà all'interno della regione Emilia-Romagna sarebbero sufficienti!

  • Avatar anonimo di passatore
    passatore

    Non hanno idee e non sanno prendere iniziative...e non sono d'accordo su niente, non hanno un progetto comune...cosa ce ne facciamo di amministratori così "capaci?".. speriamo che il federalismo venga presto, e che le gente apra gli occhi...

  • Avatar anonimo di corso.rossi
    corso.rossi

    I Politici,i Sindaci e i Direttori Generali della Sanità dovrebbero ascoltare attentamente le parole di Ravaioli.Bravo Alberto: la classe non è acqua! Qui si va verso l'Area Vasta come il Titanic andava verso l'iceberg.Come è finito tutti lo sappiamo:

  • Avatar anonimo di mm77
    mm77

    Il sig. Ravaioli sindaco di Rimini non ha capito molto visto che la proposta di Balzani non ha nulla a che vedere con la Regione Romagna. Quanto ad Area Vasta mi sento di spezzare una lancia a favore, penso che in un ottica di razionalizzazione di servizi e spese relative possa essere una buona cosa sulla quale insistere (ma deve farne parte anche l'A.usl di Imola !). Quanto alle farneticazioni di Lepidus, per quanto tenti con le sue parole di dividere i romagnoli, Rimini è una bella e fiera città romagnola.

  • Avatar anonimo di rob
    rob

    Premesso che dei discorsi alla Lepidus sarebbero da censurare, vorrei capire dove le trova tutte queste idee Balzani? Non ha forse altro da pensare? Se vuole diminuire i costi che guardi prima nella sua gestione che di buchi ce ne sono grosse, ma belle grosse, piuttosto che parlare di fare macroprovince con economie differenti. Vorrei inoltre capire in cosa consiste questa area vasta romagna visto che rimini viene sempre trattata per ultima considerando il fatto che non esiste un'istituzione pubblica (tranne universita) nella provincia di rimini

  • Avatar anonimo di Lepidus
    Lepidus

    E' naturale che Rimini non voglia stare con le altre province romagnole. Rimini, come già aveva capito Fellini, che girò Amarcord a Ostia, non è più Romagna da un bel pezzo, ma si trova perfettamente a metà tra il far west del meridione d'Italia e la devastazione della Brianza.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -