Rimini, il sistema Confindustria genera "ricchezza sociale" per 2,7 milioni di euro

Rimini, il sistema Confindustria genera "ricchezza sociale" per 2,7 milioni di euro

Rimini, il sistema Confindustria genera "ricchezza sociale" per 2,7 milioni di euro

RIMINI - Nel 2009 il valore aggiunto, la capacita' del sistema Confindustria di generare "ricchezza e sviluppo sociale", e' aumentato del 7,5% sul 2008: 2.746.000 euro nel 2009 contro 2.554.000 euro nel 2008. Di questi, 1.786.000 euro riguardano la remunerazione delle risorse umane e oltre 200

mila euro il sostegno e contributi per la collettivita'. Nel 2009 la diminuzione del personale rispetto al 2008 e' stata dello 0,86%, "a dimostrazione della volonta' e dello sforzo delle imprese di salvaguardare la capacita' produttiva e la propria forza lavoro" nonostante la crisi.

 

Questi alcuni dei dati emersi alla presentazione del terzo bilancio sociale di Confindustria Rimini e del primo bilancio sociale aggregato delle imprese aderenti all'associazione. Il senso dell'iniziativa alla sala congressi Sgr, in presenza del sindaco Alberto Ravaioli e del presidente della Provincia Stefano Vitali, lo da' in apertura il presidente degli industriali riminesi Maurizio Focchi: "Spesso  le aziende sono descritte con etichette poco lusinghiere. Raramente, invece, si parla di loro per l'incessante impegno che mettono in campo a favore di tutti".

 

Da alcune indagini promosse da Confindustria, spiccano nel panorama economico provinciale il ruolo della manifattura e quello dei servizi collegati. Ad esempio, emerge che il valore aggiunto in senso stretto del settore manifatturiero e delle costruzioni e' del 22%, distante solo sei punti da quello della media del nord est italiano, pari al 28% circa. Inoltre, sui 100.000 dipendenti risultanti dai tabulati Inps circa 29.000 appartengono a questo settore, piu' di 44.000 riguardano il commercio-turismo e i servizi, i rimanenti 26.000 altre attivita' come credito, servizi pubblici privati.

 

"La somma delle retribuzioni dei 29.000 lavoratori e' pari a 544 milioni di euro, quella dei 44.000 a 466 milioni", fa notare Focchi. Il presidente di Confindustria definisce "esponenziale" anche  l'incremento delle ore di formazione in seno al sistema delle imprese: in totale nel 2009 sono stati realizzati 486 corsi (piu' 78% sul 2008) per quasi 15 mila ore di formazione (piu' 44% sul  2008) e 5.363 partecipanti (piu' 27% sul 2008). (Dire)

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -