Rimini: il sistema E-gate di Hera fa impennare la raccolta differenziata

Rimini: il sistema E-gate di Hera fa impennare la raccolta differenziata

Grande successo per il progetto E-gate che Hera Rimini ha già esteso ad alcuni Comuni della provincia. I dati percentuali parlano chiaro: a distanza di un solo mese dall'attivazione, la raccolta differenziata nel Comune di San Clemente è passata dal 39% (media da Gennaio a Ottobre 2009) al 65% (Novembre 2009).

Lo stesso vale per il Comune di Morciano di Romagna, dove la percentuale è quasi raddoppiata: da una media del 33% rilevata tra gennaio ed ottobre, nel solo mese di novembre si è passati ad oltre il 61%.

Importanti risultati raggiunti grazie ad una fattiva collaborazione tra Hera, Comuni e cittadini.

 

E-gate è un progetto innovativo finalizzato ad un maggior controllo delle quantità di rifiuto indifferenziato con lo scopo di incrementare la raccolta differenziata. Obiettivo: raggiungere il 60% entro il 2012. Sperimentato con successo nel Comune di Poggio Berni dove attualmente la percentuale di raccolta differenziata si attesta al 67%, il progetto sarà progressivamente esteso anche al resto della provincia di Rimini entro il 2011.

 

Si tratta di un progetto ambizioso in cui risulta fondamentale la partecipazione ed il coinvolgimento dei cittadini. Per questo Hera cura con estrema attenzione la fase della promozione del progetto nonché la formazione ed informazione dei cittadini. Tra le principali azioni, infatti, Hera ha organizzato 58 assemblee pubbliche sui territori di attivazione del progetto e distribuito oltre 30.000 chiavi per i conferimenti. Inoltre, attraverso la fase di contatto "one-to-one", operatori specializzati di Hera raggiungono ciascun nucleo famigliare consegnando personalmente la chiave elettronica, un kit di ecoborse per poter separare correttamente carta, plastica-imballaggi e vetro, un secchiello per la raccolta dell'organico ed una prima fornitura di sacchetti dell'indifferenziato per abituare i cittadini alla corretta volumetria della calotta. Il contatto "one-to-one" rappresenta una fase comunicativa di forte impatto: si tratta di un'azione capillare che mira a sensibilizzare tutti i cittadini fornendo le informazioni necessarie per un corretto e facile utilizzo della calotta, informazioni tra l'altro contenute nell'apposita Guida consegnata ai cittadini unitamente al resto del materiale.

Infine Hera informa che, a partire dal 23 novembre scorso il progetto E-gate viene promosso anche grazie ad una apposita campagna pubblicitaria visibile su tutti i territori finora coinvolti. 

 

"La scelta del progetto E-gate - sottolinea il Direttore Generale Edolo Minarelli- è frutto di un apposito studio condotto tra diverse esperienze presenti sul territorio della Provincia di Rimini: dalla domiciliarizzazione del rifiuto indifferenziato e dell'organico con RD stradale (Santa Giustina di Rimini e di Santarcangelo); alla domiciliarizzazione del solo rifiuto indifferenziato ed il resto stradale (Viserba Monte); passando per l'applicazione della calotta sul cassonetto del rifiuto indifferenziato in una batteria stradale completa di RD (Poggio Berni). La messa a confronto delle 3 sperimentazioni ha mostrato che il costo dei primi due servizi era più alto rispetto al terzo, a parità di raccolta differenziata raggiuntaInoltre la terza tipologia descritta non incide in maniera sostanziale sull'attuale assetto del servizio e sulle abitudini della cittadinanza, se non per l'uso della chiave personalizzata. Dunque un sistema efficiente ed efficace, con un minimo impatto sul territorio. Ed i primi dati lo confermano".

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -