Rimini: "Il Turco in Italia" al Cinema Tiberio

Rimini: "Il Turco in Italia" al Cinema Tiberio

RIMINI - Il Cinema Teatro Tiberio di Rimini (via San Giuliano, 16) propone all'interno della rassegna Opera Live martedì 12 gennaio (ore 20.30) e sabato 16 gennaio (ore 16) la proiezione in differita de Il Turco in Italia di Gioacchino Rossini, dal Teatro Carlo Felice di Genova. Il direttore è Jonathan Webb, la regia è di Egisto Marcucci e nei ruoli principali cantano Simone Alaimo, Myrtò Papatanasiu, Bruno De Simone e Antonino Siragusa.
Il Turco in Italia è un'opera buffa in due atti di Gioacchino Rossini, su libretto di Felice Romani.

 

La prima assoluta ebbe luogo al Teatro alla Scala a Milano, il 14 agosto 1814. Nell'occasione l'opera fu accolta freddamente, soffrendo il paragone con L'Italiana in Algeri, con la quale condivideva il gusto della "turcheria". Ma l'opera fu riabilitata nello stesso teatro sette anni più tardi, nel 1821. Storia strana, quella del Turco in Italia. Una fra le più raffinate e innovative opere buffe mai composte ebbe, anzitutto, un esordio decisamente infausto; una delle cause principali sembra sia stata la diceria che Rossini avesse voluto, in un certo senso, prendere in giro il pubblico milanese, offrendogli una sorta di parafrasi, a ruoli invertiti, dell' Italiana in Algeri, presentata a Milano l'anno prima, al Teatro Re (in realtà, non solo fra le due opere non vi è una sola nota in comune, ma Il Turco in Italia è un'opera composta interamente ex novo).

 

D'altra parte, va considerato anche il meccanismo drammaturgico del tutto inedito messo in atto da Rossini e dall'allora ventiquattrenne Felice Romani, che aveva debuttato come autore di libretti soltanto un anno prima: l'idea di porre in scena un poeta (leggi: librettista) che cerca nella vita reale i personaggi per il suo dramma buffo; una novità assoluta, di straordinaria modernità - qualche commentatore moderno l'ha accostata addirittura a certe soluzioni pirandelliane - ma certo di non immediata comprensibilità per un pubblico abituato al "comique absolu" di opere come L'Italiana in Algeri.

 

La sorte non proprio fortunata del Turco è proseguita per oltre un secolo; sebbene negli anni successivi alla prima rappresentazione, sull'onda degli stupefacenti successi che Rossini mieteva in tutta Europa, anche il Turco ricevesse accoglienze migliori rispetto al debutto, in seguito quest'opera non venne mai considerata all'altezza delle sue sorelle maggiori, la già citata Italiana, nonché Il barbiere di Siviglia e La Cenerentola.

 

Si deve giungere agli anni Cinquanta del nostro secolo per vedere il Turco risorgere, ed entrare definitivamente nel repertorio teatrale, grazie a Gianandrea Gavazzeni prima e quindi a Vittorio Gui, ma soprattutto alla sensazionale Fiorilla che Maria Callas portò prima sulle scene e poi in disco.
I biglietti (10 euro interi, 8 euro ridotti) sono in vendita alla biglietteria del Cinema Tiberio aperta un'ora prima di ogni spettacolo. Per informazioni: tel. 328/2571483   www.cinematiberio.it

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -