Rimini, il vescovo Lambiasi: ''Diocesi estranea ai partiti''

Rimini, il vescovo Lambiasi: ''Diocesi estranea ai partiti''

Rimini, il vescovo Lambiasi: ''Diocesi estranea ai partiti''

RIMINI - "Non tocca alla Chiesa prendere nelle sue mani la battaglia politica". Il vescovo di Rimini, Francesco Lambiasi, cita Benedetto XVI intervenendo con una nota del Consiglio pastorale diocesano nel dibattito sulle imminenti comunali 2011 in Riviera. "Clero e organismi ecclesiali devono rimanere completamente fuori dal dibattito e dall'impegno politico, rimanendo assolutamente estranei a qualsiasi partito o schieramento politico", ha chiarito Lambiasi.

 

L'unico auspicio esplicito nel documento e' quello "per una sana, genuina azione politica ed esprimiamo apprezzamento e incoraggiamento per quanti si spendono con onesta', competenza e disinteresse personale per il bene della Citta'". Gli uomini del vescovo constatano comunque "con piacere che anche a Rimini, come in diverse parti d'Italia, cattolici pur impegnati in partiti diversi sentono l'esigenza e promuovono momenti formativi e di confronto come aiuto a non interrompere un cammino di fede, a coltivare il legame con la comunita' ecclesiale di appartenenza".

 

L'importante per il Consiglio e' che "le differenze tra i cattolici non si devono mai porre nell'orizzonte dei valori di riferimento". A chiunque voglia governare la citta' il Consiglio pastorale chiede poi un impegno "serio, disinteressato per dare risposta ai problemi reali della gente": questo anche "per riavvicinare i cittadini alla politica, recuperare il fenomeno consistente dell'assenteismo, e non solo dei giovani". Insomma, i candidati devono godere di "una credibile e coerente fisionomia morale, anche nel privato", evidenzia la Curia. (Dire)

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -