Rimini, in Parlamento l'odg che "salva" le indennità dei vigili

Rimini, in Parlamento l'odg che "salva" le indennità dei vigili

RIMINI - In sede di approvazione definitiva, ieri in Senato, della conversione del decreto-legge sulle misure urgenti in materia di sicurezza (già approvato alla Camera il 2 dicembre), il sottosegretario di Stato per l’Interno Alfredo Mantovano ha accolto, tra gli altri, l’ordine del giorno relativo alla contrattazione decentrata integrativa e alle indennità del personale di Polizia locale. Su questa vicenda grava una visita ispettiva con una richiesta di restituzione di indennità percepite illegittimamente a detta degli ispettori.

 

“In attesa della riforma dell'ordinamento della polizia locale, e pur nel rigoroso rispetto delle disposizioni in materia di contenimento della spesa di personale, è necessario consentire alle autonomie locali una adeguata valorizzazione della figura dell'agente di Polizia locale – si sottolinea nell’ordine del giorno -; ciò è tanto più necessario in quanto agli Agenti di Polizia locale sono attribuite funzioni per le quali è richiesto un alto livello di professionalità e a cui sono correlati specifici rischi e disagi”.

 

L’ordine del giorno impegna il Governo ad adoperarsi, di concerto con la Conferenza Stato-Città ed autonomie locali, in sede di contrattazione integrativa e nei limiti delle risorse già destinate dalla contrattazione collettiva al finanziamento dei fondi per la contrattazione decentrata integrativa, al fine di garantire al personale con il profilo professionale di agente di polizia locale una indennità diretta a remunerare gli specifici rischi ed i disagi correlati all'esercizio delle funzioni, e che tale indennità possa essere corrisposta in aggiunta alle specifiche indennità già previste per il predetto personale, facendo salvi i contratti integrativi già stipulati in conformità al presente ordine del giorno.

 

Accolto ora dal Governo, l’ordine del giorno sarà trasferito all’interno di un disegno di legge in tema di sicurezza che sarà prossimamente oggetto di discussione e approvazione in Parlamento. Il documento, seppur ancora non risolutivo, va nella direzione richiesta ed auspicata dall’Amministrazione comunale per superare le attuali limitazioni legate ad una contrattazione che non lascia autonomia a livello locale. Il tema, come più volte evidenziato, è questione di rilievo che riguarda numerose amministrazioni locali italiane.

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -