Rimini, inaugurata "Casa Artemisa" per accogliere le donne maltrattate

Rimini, inaugurata "Casa Artemisa" per accogliere le donne maltrattate

RIMINI -  E' stata inaugurata in questi giorni "Casa Artemisa", un luogo di accoglienza ed ascolto per Donne maltrattate.

 

Il progetto, fermamente voluto e approvato dal consiglio provinciale di Rimini, è stato presentato dalla Consigliera delegata alle Politiche di Genere, Pari Opportunità e Politiche Giovanili della Provincia di Rimini Leonina Grossi,  alla presenza del Commissario Prefettizio del Comune di Coriano Dott.ssa Maria Virginia Rizzo , l'Assessore  alla Scuola  Promozione Politiche Sociali, Educative per l'Infanzia e Adolescenza - Famiglia e Casa del Comune di Riccione, Dott.ssa  Ilia Varo,  l'Assessore all' Ambiente della Provincia di Rimini  Dott.ssa Stefania Sabba  e  i rappresentanti della Rete Antiviolenza.

 

"Casa Artemisa" sottolinea la consigliera delegata Leonina Grossi "è un sogno diventato finalmente realtà. Un servizio concreto offerto alle donne che subiscono violenza, e un segnale importante di attenzione e sensibilità, anche culturale, che mandiamo al territorio. Sono molti i grazie che dobbiamo dire.Il primo è rivolto agli Artisti del territorio provinciale che, nel corso degli anni, sono sempre stati più numerosi nel partecipare  e a mettere a disposizione le loro opere. E' proprio grazie a loro che la casa prende il nome di " Casa Artemisia", a ricordo della pittrice Artemisia Gentileschi che nel XVII secolo ebbe il coraggio di denunciare il proprio violentatore.Un grazie anche a tutti coloro che in vari modi hanno collaborato,attraverso donazioni,regalie e condivisione alla riuscita di questo importante progetto: Soroptimist Rimini, Riminiricama, Lyons Club Cattolica, Associazione Rompi il Silenzio, Coordinamento Donne Rimini e AUSL  Rimini, và uno speciale ringraziamento"

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -