Rimini: inaugurato il 3° incontro internazionale tra alberi e uomini

Rimini: inaugurato il 3° incontro internazionale tra alberi e uomini

RIMINI - Al Centro Congressi SGR è iniziato questa mattina alberi&dintorni, il 3° incontro internazionale biennale tra alberi e uomini, organizzato da Geat e Anthea, le due maggiori aziende dedite alla manutenzione del verde pubblico operative nella Provincia di Rimini.

 

Proprio quest'anno debutta la loro partnership sul fronte dell'attività scientifica e della divulgazione di saperi per la cura e la conservazione del patrimonio ambientale, affinché si diffonda una cultura che valuti il "verde urbano" per la sua "funzione ecologica e sociale" e non meramente ornamentale.

 

Non a caso oltre 100 operatori del verde pubblico, arboricoltori e agronomi di enti pubblici e aziende private di tutta Italia partecipano alla due giorni di dibattito animato da relatori di fama internazionale.

 

Questa mattina, a sottolineare il valore dell'iniziativa sono intervenuti per Geat il presidente Alessandro Casadei e il Direttore generale ing. Tommaso Morelli, mentre in rappresentanza di Anthea il Responsabile del Verde ornamentale e Lotta Antiparassitaria Pierangelo Botteghi.

 

Il presidente di Geat Casadei, portando il suo saluto all'assemblea in rappresentanza delle due aziende promotrici, ha affermato: "alberi&dintorni è organizzato dalle due più importanti Società nella gestione del verde a livello provinciale. Il numero dei partecipanti rispetto alla scorsa edizione è aumentato a dimostrazione anche degli ambiziosi obiettivi che questo appuntamento si pone: intanto di portare un contributo nella crescita della qualità ambientale e culturale nelle nostre città. Il secondo obiettivo è formare e informare i nostri addetti al fine di mantenere alto lo standard ambientale nel territorio in cui operano; il terzo obiettivo è promuovere uno scambio di saperi per migliorare la professionalità dei partecipanti. Queste giornate si svolgono tra l'altro in un momento importante per i nostri territori: Rimini sta lavorando al suo piano strategico e Riccione al piano strutturale comunale. I piani urbanistici vanno disegnati secondo le esigenze ambientali e del verde delle nostre città. Siamo realtà turistiche e i nostri ospiti, come i cittadini, chiedono continuamente un miglioramento della qualità urbana".

 

Hanno presenziato alla giornata pure l'Ispettore Superiore Giovanni Goisis e il Vice Comandante Commissario Capo Alfonso Argentile del Corpo Forestale di Stato della Provincia di Rimini.

 

Questa mattina, al centro delle relazioni c'era l'albero quale elemento della natura, caposaldo nel tempo del paesaggio cittadino, cui applicare le tecniche più innovative in fatto di stabilità.

 

Domani, venerdì, 30 ottobre, seconda giornata d'interventi, i temi in programma riguarderanno le strategie di sviluppo e le nuove opportunità per la convivenza comune nelle città e nei parchi, tra verde ed esigenze urbanistiche. In particolare si porrà l'attenzione su "la scelta delle piante giuste nel posto giusto".

 

Si segnala una variazione nel programma convegnistico di domani: il professor J. Grabosky della Rutgers University New Jersey non sarà presnete per motivi di salute, al suo posto interverranno sulle stesse tematiche E.F. Gilman dell'Università della Florida e T. Smiley del Bartlett Tree Laboratory North Carolina.

L'iniziativa è organizzata in collaborazione con SIA/Società Italiana d'Arboricoltura, Alma Mater Studiorum Università di Bologna, AIAPP sezione Triveneto Emilia-Romagna, e il patrocinio della Regione Emilia Romagna, i Comuni di Rimini e Riccione, Fondazione Minoprio, Scuola Agraria del Parco di Monza, ANVE/Associazione nazionale vivaisti esportatori.

 

 

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -